Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Fuori i due migliori, doppio vantaggio sprecato: un film già visto

Dal 2-0 al 2-2 dopo la sostituzione dei migliori: era accaduto nel prenatalizio a Bologna del 23 dicembre 2020. Le rimonte, che storia

Assistman e rigorista, rompighiaccio e vassoietto per l’ingrato Maehle a mo’ di prove generali di raddoppio. Fuori i marcatori Lookman & Muriel, da vittoria all’inglese senza perderci la testa alla rimonta subìta fino alla retrocessione al secondo posto. L’Atalanta dalle mille strategie che passano anche dalle sostituzioni non è nuova a farsi rimontare fino al pari il doppio vantaggio. Era già successo il 23 dicembre 2020 a Bologna: 2-0 nel primo tempo grazie alla doppietta, udite udite, proprio del Ronaldito, dal dischetto e su azione. E poi patatrac.

OUT I MIGLIORI, 2 GOL RIMONTATI. Nel turno prenatalizio l’aspirante match winner cedette il campo al connazionale Duvan Zapata al 65′, venti minuti dopo l’altro protagonista. Un certo Josip Ilicic, capace quella sera di procurarsi il rigore (Schouten) per rompere il ghiaccio al 22′ e di mettere la palla in mezzo finita in qualche modo tra i piedi sapienti e implacabili del doppiettista di turno. Si disse di un problemino ai flessori per il numero 9, in realtà era al terzo gol di una striscia consecutiva di 6: alla fine furono 22 in campionato e 26 in tutto. Inutile sottolineare cosa (non) combinò Aleksey Miranchuk, il cambio del Professore, mentre di là l’uno-due Tomiyasu-Paz, piede e testa, peraltro sull’unico corner concesso, rendeva cenere in gola un’esultanza troppo frettolosa.

UN FILM VISTO E RIVISTO? In effetti, però, quello del “Dall’Ara” era stato l’unico precedente, almeno nell’era di Gian Piero Gasperini, contraddistinto dalla remuntada da 1 punto pieno di rimpianti dopo aver fatto rimettere la tuta alla coppia di protagonisti a pelo d’erba. A volte la freschezza non fa premio sull’esperienza e sul know how da attori consumati del calcio internazionale.

LE RIMONTE A FAVORE E CONTRO. 2016-2017: 2-1 da Samp e Lazio, stesso risultato riuscito nelle vittorie con Torino, Roma ed Empoli. 2017-2018: 3-1 dal Napoli e dai blucerchiati, curiosamente andando avanti sempre con Cristante, oltre che a Udine (Kurtic), 2-1 al Sassuolo e sul campo del Genoa, il 2-2 capitato a parti invertite con la Juventus a Bergamo il 1° ottobre 2017 (Bernardeschi, Higuaìn, Caldara e Cristante). 2018-2019: 3-3 dalla Roma dopo essere stati avanti 3-1, il 3-2 a Empoli avanti di due, 1-3 dal Milan, il 2-1 a Bologna, alla Spal e a Napoli, l’incredibile 3-3 casalingo acciuffato da Castagne-Toloi-Zapata per dire di no al doppio Dzeko e a El Shaarawy il 27 gennaio 2018 coi giallorossi, il 3-1 con Fiorentina, (in trasferta) Parma, (idem) Lazio e al Sassuolo all’ultima giornata per la prima, storica qualificazione in Champions. 2019-2020: 3-2 a Ferrara alla prima giornata rimontando due gol, col Torino da 2-1 a 2-3, 2-2 Ilicic-Castagne nel finale con la Fiorentina a Parma durante i lavori di rifacimento della Curva Nord del futuro Gewiss Stadium, il 3-3 subìto dalla Lazio il 19 ottobre 2019 all’Olimpico col Ronaldito già out prima della rimonta di casa (2 Immobile su rigore, Correa), il 7-1 all’Udinese (Ilicic, 3 Muriel, Pasalic e Diallo in risposta a Okaka) al vernissage con la nuova curva, il 3-1 preso dalla Juve, il 3-2 al Verona sotto 2-1 e alla Lazio (sotto di due) alla ripresa post pandemica, l’1-2 dalla Spal, Zapata-Malinovskyi contro Chiesa a Firenze, Palomino-Pasalic per dire di no a Dzeko della Roma, e il 2-1 a Parma. 2020-2021: il 4-1 alla Roma, il 3-3 subìto dal Torino. 2021-2022: 3-1 a Marassi col Baciccia, da 0-1 a 4-1 nel 5-2 interno allo Spezia, da 2-1 sotto a 3-2 a Napoli, 2-1 a Verona, la rincorsa al Toro sotto le Mura da 0-1 a 2-1 fino a ottenere il pari da 4-2 contro.

 

29 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

29 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti