Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Pinamonti e la guerra delle telefonate: Dionisi batté il Gasp

Sarebbe stata una telefonata a sparigliare le carte tra Sassuolo e Atalanta per accaparrarsi Pinamonti dall’Inter

Galeotta fu la telefonata. Ricevuta da entrambi i tecnici, solo che Alessio Dionisi dev’essere stato più convincente di Gian Piero Gasperini. Sassuolonews.net ricostruisce così l’ultimo dei motivi decisivi nella scelta di Andrea Pinamonti, ricaduta sul Sassuolo piuttosto che sull’Atalanta che pure l’aveva corteggiato a lungo in estate.

PINAMONTI E LA GUERRA DELLE TELEFONATE. 20 milioni con obbligo senza recompra, che invece sarebbe stata imposta al front office nerazzurro: questo il prezzo per i neroverdi per assicurarsi l’ex prestito dell’Inter all’Empoli. I milanesi avevano l’accordo solo con la Salernitana, gli emiliani invece sarebbero stati capaci di convincere il giocatore offrendogli 2 milioni e mezzo a stagione. A sparigliare le carte, però, sarebbe stata la guerra delle telefonate: l’affondo del Gasp nelle ultime 48 ore sarebbe stato fuori tempo massimo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News