Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

La Lazio imbriglia la Dea, prima sconfitta della stagione

La Lazio ha battuto questa sera l’Atalanta al Gewiss Stadium con il punteggio di 0-2, di fatto meritando pienamente il risultato, sia per capacità di gestione dello stesso che per la maggior quantità di occasioni da rete creare nell’arco della gara. La Dea, scossa solo parzialmente dai cambi di Gasperini, non è riuscita a trovare il cambio di passo e le situazioni giuste per colpire, contribuendo così ad alimentare la striscia di imbattibilità di Ivan Provedel, che ora in campionato si estende addirittura a sei gare filate.

Il tutto nonostante nell’ambiente biancoceleste ci fosse, legittimamente, un po’ di preoccupazione per il periodo di stop che Ciro Immobile dovrà attraversare lontano dal campo. A sostituirlo in sede di tabellino ci hanno pensato un ottimo Zaccagni e Felipe Anderson, in versione falso nove con Pedro e lo stesso numero 20 romagnolo ai lati. Un gol per tempo, a inizio di ogni frazione, e aggancio alla formazione di Gasperini completato, per una Lazio che ora sembra proporsi in maniera intensa e seria per le zone nobilissime della classifica.

 

ATALANTA-LAZIO 0-2

Marcatori: 9′ Zaccagni (L), 51′ Felipe Anderson (L)

ATALANTA (3-4-1-2): Sportiello; Okoli (46′ Djimsiti), Demiral, Scalvini; Hateboer, De Roon (74′ Ederson), Koopmeiners, Soppy (63′ Maehle); Pasalic (46′ Malinovskyi); Lookman (70′ Zapata), Muriel.
In panchina: Musso, Rossi, Djmisiti, Ruggeri, Zortea, Boga, Højlund.
Allenatore: Gasperini

LAZIO (4-3-3): Provedel; Lazzari (76′ Hysaj), Casale, Romagnoli, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi (70′ Basic), Vecino; Pedro (83′ Cancellieri), Felipe Anderson, Zaccagni.
In panchina: Adamonis, Maximiano, Kamenovic, Gila, Patrick, Radu, Marcos Antonio, Luis Alberto, Romero.
Allenatore: Sarri

Arbitro: Abisso
Assistenti: Di Gioia–Dei Giudici
IV Uomo: Orsato
VAR.: Di Bello
AVAR.: Cecconi

Ammoniti: Okoli, Muriel, Cataldi, Demiral, Milinkovic

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News