Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Lecce, il pericolo numero uno è Gabriel Strefezza

La Serie A la aveva già assaggiata a Ferrara con la maglia della Spal, ma all’epoca Gabriel Strefezza era tutt’altro giocatore: un buon furetto da uno contro uno con qualche colpo, non così determinante nei numeri e nelle dinamiche di squadra.

A Lecce, a solo un paio d’anni di distanza, il fantasista paulista ha completamente svoltato la propria ancora giovane carriera, ergendosi a primo attore di una squadra prima promossa nel massimo campionato e oggi pienamente recettiva a fronte degli stimoli e delle difficoltà che il calcio dei grandi propone. Al netto di un calciomercato estivo senza grandissimi nomi, infatti, la formazione di mister Baroni sta mostrandosi pienamente all’altezza della situazione, nonostante alla voce “vittorie” sia stato finora incasellata una sola gara, vinta a Salerno lo scorso 16 settembre.

L’UOMO CHIAVE  A alzare il livello qualitativo ci pensa soprattutto lo stesso Strefezza, la cui attività sul lato destro del campo finisce per incidere notevolmente sullo sviluppo della manovra, che spesso vede le transizioni offensive partire dalle sue parti per poi appoggiarsi alle qualità dell’esterno, e sfruttare gli spazi aperti sul lato debole a sinistra. Il tecnico fiorentino lo ha capito molto bene, e sceglie di optare per un gioco molto verticale e portato alla ricerca della profondità proprio per esaltare le caratteristiche dei suoi altri avanti: il centravanti Ceesay (o in alternativa il giovane Colombo, più tecnico ma meno portato a fare reparto da solo) e il rapidissimo Lameck Banda, pescato in Israele per poco più di un milione e primo calciatore zambiano a militare in Serie A. La retroguardia nerazzurra, che avrà studiato gli avversari nel dettaglio, è avvisata.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti