Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

20′ di totale blackout, un’impasse da dimenticare subito

Luce spenta per circa 20′, un momento di oscuramento totale che l’Atalanta ha pagato a caro prezzo

Mentre tra tifosi e addetti ai lavori impazzano soprattutto le analisi relative alle scelte di Gasperini, con nove undicesimi diversi rispetto a Atalanta-Napoli, e un uso delle rotazioni assai marcato, va sottolineato come il punto focale della sconfitta di Lecce sia soprattutto, però, da ricercare nell’incredibile blackout che ha coinvolto l’intera squadra nella seconda metà del primo tempo, dal momento del provvidenziale intervento di Hjulmand su Pašalić in poi. Venticinque minuti, considerando anche il recupero, di buio totale, in cui, al netto del gol di Zapata, la formazione di Gasperini è parsa totalmente uscita dalla partita, peraltro rischiando anche di subire nuovamente gol dopo essere tornata in partita, complice una clamoroso rischio corso da Brandon Soppy, poi sostituito negli spogliatoi.

La prestazione in generale, va sottolineato, non era stata brillante nemmeno in precedenza all’intervallo di tempo sopraindicato: sin dal fischio iniziale di Aureliano era sembrata chiara una partenza con marce molto più basse rispetto a quelle innestate nella gara di sabato contro il Napoli. Il “nocciolo” che ha irradiato in maniera quasi irrimediabile il risultato è però rintracciabile soprattutto in quel terribile blackout, senza dubbio assimilabile alla peggior parentesi della grande stagione finora disputata da Tolói e compagni. Una pagina da lasciare al più presto alle spalle. In questo senso, le tempistiche vengono in soccorso, il calendario meno. Domenica sarà di nuovo tempo di partita, contro l’Inter vice Campione d’Italia. La partita che, vada bene o meno, rimarrà negli occhi dei tifosi per un po’ di settimane…

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti