Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Crac ai Mondiali per un tuo giocatore? Tranquillo, paga la FIFA…

Il Club Protection Programme della FIFA paga di fatto lo stipendio del giocatore infortunato nelle competizioni internazionali

Domanda del tifoso medio: se ai Mondiali dovessero rompersi Mario Pasalic, Teun Koopmeiners, Marten de Roon e Joakim Maehle, chi pagherebbe? Risposta, comunque non esauriente ai fini della sostituzione dal punto di vista strettamente tecnico dei magnifici quattro dell’Atalanta: la FIFA. Anche se il Club Protection Programme attivo dal 2012 (Europei di Polonia e Ucraina) non stabilisce sul piano giuridico un’indennità di malattia, di fatto durante lo stop forzato del singolo tesserato il club di appartenenza se ne vede rimborsato lo stipendio.

CRAC AI NAZIONALI: PAGA LA FIFA. Calcioefinanza.it riferisce i termini della questione anche a titolo di cifre dei massimali. Il tetto per calciatore è pari a 7 milioni e mezzo di euro. Il massimo giornaliero previsto, invece, è di 20.548 euro, erogabili fino a 365 giorni. La precondizione per essere rimborsati dalla FIFA, però, è che l’infortunio metta in condizione il singolo stipendiato di non poter lavorare oltre la quarta settimana.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News