Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Caso Juventus: le intercettazioni tra Agnelli e Luca Percassi

ranking uefa

Pubblicate le telefonate tra i due dirigenti. L’ad nerazzurro non è indagato

Sembra sempre più complicata la posizione della Juventus dopo le vicende societarie degli ultimi giorni. Il Corriere della Sera ha pubblicato delle intercettazioni telefoniche in merito ad alcune trattative tra i bianconeri e l’Atalanta. Queste le parole che si sono scambiati Andrea Agnelli e Luca Percassi, ad dell’Atalanta (che è bene ricordarlo, non è indagato): “Su un numero di elementi che abbiamo, io in questo momento devo stare fermo — dice Agnelli — perché abbiamo Consob, Guardia di Finanza e qualsiasi cosa che ci stan guardando (…) su gli ultimi due anni. Allora io vorrei chiudere questa roba qua e poi tornare a mettere a posto, consapevole di quello che abbiamo, le varie situazioni“.

Juventus-Atalanta, un rapporto di partnership che non convience

Secondo gli investigatori, dalle intercettazioni emergono partnership con società terze, con conseguente opacità dei rapporti debito/credito, oltre al rischio di porre in pericolo la lealtà della competizione sportiva. Nell’atto si citano Sampdoria, Atalanta, Sassuolo, Empoli e Udinese, oltre a squadre delle serie inferiori e straniere. Illuminante una telefonata tra l’allora capo dell’area tecnica Fabio Paratici e il dg del Pisa, Giovanni Corrado (non indagato), parlando di Lucca, giovane punta: “L’ho sempre fatto, l’ho fatto con Caldara (…) l’operazione devi farmela fare a me! Dammi retta, l’operazione la faccio io anche per il Pisa! Tu devi darmi solo le linee, il resto lo metto a posto io. L’ho fatto per il Genoa tutta la vita, l’ho fatto per l’Atalanta tutta la vita, l’ho fatto per il Sassuolo tutta la vita (…) Quando io ho i parametri dopo sistemo tutto (…)”. Ci sono pure cose inconfessabili, come l’affare Romero, tra Atalanta e Tottenham, dove si era trasferito Paratici, al quale Percassi dice: “Quella lettera lì non potrò mai tirarla fuori, perché dovessimo andare in giudizio, viene fuori che ho fatto il bilancio falso“.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News