Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Chi è Marco Palestra? Scopriamo il cursore “investito” da Gasperini

atalanta

Gasperini ha parlato in maniera molto lusinghiera del ragazzo in conferenza stampa giovedì sera

 

Parlando di Matteo Ruggeri e delle recenti evoluzioni del ragazzo, nella conferenza post Az di giovedì sera mister Gasperini si è lasciato scappare una riflessione interessante: “Ho sempre pensato che il settore giovanile dell’Atalanta potesse offrire risorse importanti in questi ruoli (esterni e difensori, ndr). C’è anche un altro ragazzo della Primavera, di 17 anni che può dare altrettanto”. Il riferimento nei confronti di Marco Palestra, pur non citando apertamente nome e cognome, è parso abbastanza chiaro. Nel mentre, una decina di giorni fa, gli ha già regalato qualche minuto in prima squadra in uno stadio tutt’altro che trascurabile come l’Allianz Riviera di Nizza.

All’Atalanta dal 2015 –  Classe 2005 e milanese di Buccinasco, dopo aver giocato da piccolo nel Gruppo Sportivo Assago, passò in quarta elementare all’Accademia Inter, scuola calcio affiliata da sempre alla Beneamata, con cui condivide i colori nerazzurri. Un’avventura durata una sola stagione, perchè nel mentre è arrivata la chiamata di un club professionistico, peraltro sempre con le stesse tonalità. L’Atalanta lo ha messo sotto la propria ala protettiva a 10 anni, e da lì si è sviluppato tutto il percorso giovanile del ragazzo.

Solitamente schierato come centrocampista, per lo più nelle vesti di mezzala, e in qualche occasione come esterno d’attacco, Palestra ha poi trovato la definitiva consacrazione nella passata stagione in Under 17 sotto mister Fioretto, che aveva già conosciuto da vicino ai tempi dell’U15 prima dell’arrivo della pandemia a febbraio 2020. Una continuità di percorso che ha sicuramente aiutato Marco, al pari del centralone Tavanti e di qualche altro 2005, a trovare fiducia e continuità sin da subito in Primavera. Una scelta parsa netta sin dall’inizio della stagione, anche quando i risultati tardavano ad arrivare, con ben 4 sconfitte filate ad inaugurare il campionato. Palestra, nel mentre, ha giocato come titolare 11 gare su 12, con la sola eccezione dell’esordio ufficiale del 21 agosto contro l’Empoli.

Caratteristiche – Destro di piede, sembra ormai essersi specializzato come cursore di destra con mansioni. Ragazzo che ha beneficiato di uno sviluppo fisico di primo livello sopraggiunto negli ultimi due anni, unisce un fisico da atleta di grande livello ad una corsa dirompente e ad un passo da calciatore potenzialmente di livello importante. Utile e pulito nelle uscite di palla, sembra nel mentre aver trovato anche un approccio caratteriale assolutamente efficace per una categoria impegnativa come il Campionato U19, che vede spesso anche compagni ed avversari di due anni più anziani in campo al suo fianco. Oltre alle prestazioni porta un discreto apporto, comunque migliorabile, in fase realizzativa: finora ha fatto registrare a referto 1 gol e 3 assist in 12 partite del massimo torneo giovanile d’Italia. Nel mentre si è accorto di lui anche il ct della Nazionale U18 Franceschini, che lo sta convocando con continuità dalla scorsa estate.

 

 

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News