Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Scontro Zapata-Zoet, ecco perché non è rigore

Può essere considerato come un contatto di gioco e non come un fallo, da punire con un calcio di rigore

Il contatto Zoet-Zapata del 12′ pt, secondo le nuove interpretazioni delle uscite dei portieri nel regolamento, può essere considerato come un contatto di gioco (border line) e non come un fallo, da punire con un calcio di rigore. Come spiega L’Eco di Bergamo, si ricorre al concetto del ‘pieno possesso della palla’. Se è dell’attaccante, l’uscita del portiere è considerata da rigore.

Ma quando il possesso palla non è di nessuno dei due, si scivola nel contrasto di gioco. E in questo caso l’interpretazione è dell’arbitro: in effetti Zapata si è allungato la palla arrivando in anticipo sul portiere in uscita, ma la palla non era più nella sua totale gestione.

4 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

4 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News