Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Divieto di trasferta: Atalanta-Roma del 2014 primo precedente in Italia

Nell’agosto del 2014 l’allora ministro dell’interno Angelino Alfano promosse un decreto sulla sicurezza negli stadi

Tra le varie misure prese dal governo nel 2014, dopo la morte di Ciro Esposito, ci fu anche il divieto di trasferta per i tifosi delle squadre coinvolte in gravi episodi di violenza. La misura venne applicata per la prima volta nell’autunno 2014, dopo i gravi incidenti che seguirono Atalanta-Roma del 22 novembre, quando i tifosi bergamaschi a fine partita attaccarono i romanisti e la polizia che li scortava, usando bombe carta contenenti chiodi e bulloni e causando il ferimento di 6 operatori di Polizia, oltre al danneggiamento di tre automezzi.

Come ricorda La Gazzetta dello Sport, ai tifosi atalantini fu vietato di seguire la loro squadra in trasferta per tre mesi. Il club bergamasco reagì contestando quella sorta dio ‘responsabilità oggettiva’ che aveva portato alla squalifica dell’intera tifoseria atalantina.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News