Resta in contatto

Rubriche

Nerazzurri in prestito, parte 2a – Serie C: Parigi, buona la prima. Ma quanti panchinari

Nel limbo della C, per un parcheggiato made in Atalanta che festeggia, troppi restano ancora a guardare. Giacomo Parigi schioda la sua casellina dallo zero sul neutro di Siracusa nell’Akragas due volte in vantaggio, la seconda per merito del suo diagonale su sfondamento di Longo, e due volte ripreso sul pari dal Bisceglie (28′ Salvemini, 33′ Azzi, 38′ Parigi, 79′ rig. Jovanovic). Nel girone C solo Monopoli-Siracusa s’è giocata di domenica, con Simone Mazzocchi (presente nell’Under 20 stasera contro il Portogallo) opaco e rilevato all’intervallo da Gonzalo Martinez tra gli aretusei di Paolo Bianco, che hanno acciuffato l’1-1 a otto dal novantesimo grazie al rigore di Catania dopo essere andati sotto a tre dalla pausa per un capolavoro di Michele Paolucci, meteora dalle nostre parti. Nel resto del programma del prefestivo, tre Zingonia-boys su tre a minutaggio zero nella Juve Stabia, ko per 3-2 a domicilio a Caserta contro la capolista Lecce: Valerio Nava ha scaldato la panchina, Alex Redolfi scontava il turno di squalifica e il portiere Luca Zanotti non è stato nemmeno convocato. Dell’unico altro terzetto di canterani nella Lega Pro che guarda a Mezzogiorno come al solito sorride per modo di dire Riccardo Gatti, ammonito e ora in diffida, schierato nel tris del Trapani fatale alla Reggina a differenza di Alessandro Turrin e Tiziano Tulissi rimasti a scaldare il sedile.

Nel girone A il turno di riposo è toccato alla Carrarese, protagonista con Tommaso Tentoni e Stefano Cason, subentrati nella ripresa, del test match di sabato mattina a porte chiuse a Bogliasco contro una Sampdoria imbrigliata sullo zero a zero. Finalmente trova il bottino pieno l’Alessandria, che sbaglia un rigore alla mezzora della ripresa con Bellomo, sostituto di Roberto Ranieri all’ora esatta di gioco, ma infila quello decisivo al 94′ (mani di Martinelli su Fischnaller) con il follonichese Michele Marconi, altra vecchia conoscenza della Dea. Solita solfa piacentina su sponda Pro per gli ex virgulti del vivaio: nell’1-1 del “Garilli” col Cuneo (Alessandro risponde a Dell’Agnello, scuola Inter) maglia dal kick off per Michele Messina e Nicolas La Vigna, che si vede annullare il tocco al ventesimo sulla conclusione di Bazzoffia per offside, rimedia un giallo e viene rimpiazzato da Starita al 75′, mentre Janis Cavagna osserva da panchinaro fisso. Maluccio anche per Christian Mora, che nel 3-0 sul gobbone del Piacenza a Pontedera (prima vittoria) ha disputato gli ultimi 18 minuti da sostituto di Masciangelo. Identica sorte a Gorgonzola contro la Giana per Alessandro Eleuteri, subentrato a metà ripresa a Tartaglione nella Pistoiese. Esordio amarissimo in campionato nel Gavorrano per l’ex numero uno della Primavera, Stefano Mazzini, che nel ko in casa nell’anticipo del 7 ottobre con l’Arzachena ha dovuto raccogliere dal fondo del sacco i palloni di Vano (2), Taufer e Curcio; inutile il temporaneo 1-1 di Brega: il cambio della guardia Bonuccelli-Favarin non è servito a evitare l’ennesimo cappotto.

Il raggruppamento B ha visto Luca Milesi e Isnik Alimi regolarmente sulle rispettive zolle, al centro della difesa e da mezzala sinistra, nel Monday Night del Vicenza a Reggio Emilia vinto dai granata, da due giornate guidati dal tandem della Berretti La Rosa-Tedeschi dopo l’esonero di Menichini: il primo ko in campionato dei berici arriva a 11 dal novantesimo con la bomba di Riverola sugli sviluppi del batti e ribatti da fermo al limite. Alimi sbaglia un passaggio smarcante per Giacomelli al 14′ e sparisce dal campo, salvo sbagliare pure in disimpegno, il difensore se la cava su Altinier ma non basta. Clima da Strazingonia per due incontri in calendario domenica 8. Nell’occhiale FeralpiSalò-Mestre niente chance per i mastini Stefano Marchetti e Andrea Boffelli. Piatto ricco nel 2-2 fra il Fano e l’ambizioso Renate, avanti al 33′ con Gomez che sorprende Mirco Miori e in 10 dal 43′ per il fallo da rigore da tergo di Di Gennaro su Fioretti, che si fa ipnotizzare da Di Gregorio ma poi impatta di mancino al 6′ della ripresa. Dieci minuti e nuovo vantaggio di Pavan, con Antonio Palma e l’evanescente Gabriel Lunetta (Mattioli per lui dal 68′) titolari al contrario di Giuseppe Ungaro e pari definitivo al 93′ di Germinale. Nei marchigiani anche l’ex Varano e il neo aggregato Andrea Lazzari. I brianzoli sono raggiungi al quarto posto a quota 16 dal Padova, che nel successo per 3-1 al cospetto dell’Alto Adige ha tenuto Davide Merelli ed Eyob Zambataro fuori dalla mischia.

Niente di niente per Modou Badjie e il suo Modena, che nella sceneggiata del “Braglia” a cancelli sigillati anche contro l’AlbinoLeffe rimedia il secondo ko a tavolino dei tre utili a sparire avviandosi a una fine ingloriosa. Dulcis in fundo, nel girone B della serie D riposo per il Crema del duo Tommaso Ogliari-Luca Tomas, spettatore in panca il portiere Lorenzo Pizzamiglio nel 2-0 del suo Ciliverghe a Scanzorosciate (grazie a Paky De Vita, ennesimo figlio illustre del Centro Sportivo Bortolotti, e De Angelis) e ciao ciao alla distinta per Luca Stroppa nel 2-2 del “Voltini” fra Pergolettese e Trento.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Concordo!"
gianpaolo bellini

Gianpaolo Bellini

Ultimo commento: "Non e'stato un quaraqquaca come tanti giocatori al giorno d'oggi Grande"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Magrin, l'ho conosciuto di persona e incontrato per caso un paio di volte nel 2001 al di fuori del "campo" persona seria e umile, mi ha colpito il..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Ogni sera mi addormentavo pensando la tattica e soprattutto la formazione che avrebbe mandato in campo, e devo dire che alla fine, ho imparato a..."

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche