Resta in contatto

News

Gollini: “A Ferrara, Atalanta affamata e agguerrita”

Il secondo portiere nerazzurro originario della provincia di Ferrara, parla della partita contro la Spal anche ricordando il suo passato in biancoazzurro

Intervistato da Il Resto del Carlino, Pierluigi Gollini, classe 1995, di Poggio Ranatico nel ferrarese, ripercorre la propria carriera: dai primi calci come difensore nella Poggese, passando per il settore giovanile della Spal, fino a raggiungere club blasonati e infine l’Atalanta. Il match contro gli spallini si preannuncia speciale. E non mancheranno gli amici di Poggio Renatico: «Tutti i biglietti che sono riuscito a procurarmi li ho destinati a loro».

LO STADIO PAOLO MAZZA. «Di sicuro, lo spero con tutto il cuore», dice riguardo la possibilità di essere in campo dal primo minuto, anche perché sarebbe la prima volta da professionista: «L’unica volta che giocai su quel terreno di gioco fu nella categoria Giovanissimi, al torneo ‘Mazza’ contro l’Inter. Però sono sempre rimasto affezionato a quello stadio e al ricordo di quando facevo il raccattapalle sotto la curva Ovest. Poi la mia carriera si è sviluppata altrove, però sono molto legato alla Spal e alla mia città».

ALLA SPAL. «Nella Poggese giocavo difensore centrale e fui selezionato dalla Spal per quel ruolo. Il mio sogno però è sempre stato quello di fare il portiere, così verso la fine della stagione convinsi gli allenatori a farmi provare tra i pali. Il giorno dopo mi presentai al campo coi guanti, e nei vari tornei estivi dimostrai di saperci fare. Poi arrivò il momento di fare una scelta definitiva».

LA STAGIONE DELL’ATALANTA. «Siamo reduci da un grande campionato e ci stiamo ripetendo su più fronti. In Europa League abbiamo eliminato corazzate come Everton e Lione, per poi uscire a testa altissima col Borussia Dortmund. Adesso però ci abbiamo preso gusto e nelle coppe vogliamo tornarci».

PRONOSTICO. «Di sicuro la Dea si presenterà a Ferrara affamata e agguerrita».

 

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Non penso proprio: Papu era tutt'altro giocatore e più determinante."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da News