Resta in contatto

News

Gasperini: “Chiesa è abituato a questo genere di cose, deve iniziare a pagare”

chievo-atalanta

L’allenatore dell’Atalanta commenta a lungo l’episodio del rigore su Chiesa, condannando il gesto del giovane viola

Parla così Gian Piero Gasperini dalla sala stampa del Franchi, dopo il ko 2-0 con la Fiorentina: “La partita è stata condizionata dall’episodio del rigore. Su quello la Fiorentina ha costruito la vittoria, a noi rimangono 0 punti nonostante una buona gara. Abbiamo avuto una buona reazione, più nervosa che tecnica ma siamo arrivati vicino al gol”.

LITE CON PIOLI. “Niente di che, ma è solo colpa mia, non di Pioli. Gli ho detto che l’episodio di Milano non era rigore così come non era rigore quello di oggi. Chiaro che i toni a fine partita sono sempre più accesi, mi dispiace dell’episodio”.

RIGORE COMPENSATIVO DI SAN SIRO? “Mi auguro davvero di no, sennò torniamo indietro di 20-30 anni. Spero di no, sennò noi che facciamo, protestiamo per avere aiuti la prossima partita… Mi pare un rigorino di tempi andati, quando non c’era il Var e quant’altro. Ora i tempi sono cambiati ed è molto più difficile accettare queste situazioni. È simulazione netta, Chiesa è forse il miglior giovane italiano ma ha l’abitudine di fare questi gesti e deve iniziare a pagare, è diseducativo. È un episodio lampante, e chi vede il calcio e lo segue lo sa. Gli arbitri hanno preso una cantonata”.

VAR. “Alla base c’è sempre la valutazione umana, non si può sostituire dal mezzo tecnologico. Diventa difficile con questi mezzi, che ti aiutano, prendere una cantonata del genere. Poi provano a spiegartelo, con la manina che si appoggia… La fanno difficile, ma è molto più semplice”.

COSA E’ MANCATO? “In questo momento realizziamo poco nonostante che creiamo molte occasioni. Le conclusioni sono finite fuori di poco, ma è il punto più delicato per noi in questo momento. È un campionato strano per noi, difficile, partito con molta più pressione di risultati. L’Atalanta deve uscire orgogliosa da queste partite, la Fiorentina aveva dato difficoltà a tutti, si era fatta apprezzare per velocità. Abbiamo avuto difficoltà subito dopo l’eliminazione dall’Europa League, e questo penalizza la nostra classifica. Ma abbiamo fatto la nostra partita a Roma, a Milano e qui a Firenze. Dobbiamo costruire da qui, per dare soddisfazioni in un campionato che magari non sarà come gli ultimi, ma poi magari fai un filotto, risali e ti togli soddisfazioni”.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News