Resta in contatto

News

Atalanta, senti Magrin: “Punta alla Coppa e al quarto posto!”

Il 13 giugno 1987, all’allora Comunale, Atalanta-Napoli, finale di ritorno della Coppa Italia, fu l’ultima gara del centrocampista con la maglia nerazzurra: la Dea perse

Sette gol in ventinove gare di campionato, due in una dozzina di Coppa Italia nel corso della stagione 1986/1987: Marino Magrin, ex numero 10 dell’Atalanta, in una lunga intervista a L’Eco di Bergamo ha presentato la semifinale di ritorno che si giocherà domani sera contro il Napoli al Gewiss Stadium (ore 20.45). “Il Napoli che affrontammo noi nell’87 era anche solidissimo in difesa, al contrario di quello attuale. L’Atalanta è superiore ai partenopei, se giocano con la squadra-tipo, con i 12-13 titolari, i nerazzurri sono molto più forti. C’è la possibilità di andare in finale e magari di trovare come accadde a noi la squadra che ha vinto lo scudetto. Se la Juventus, per dire, dovesse battere il Napoli nel recupero in campionato diventerebbe a mio giudizio la favorita numero uno per il titolo”.

MERCATO D’ALTRI TEMPI. “Io volevo rimanere a Bergamo e chiudere la carriera con l’Atalanta. Allora però funzionava in altro modo. La dirigenza mi disse: devi andare alla Juve. E io andai. Ma ci tenevo a finire bene”.

O-O D’ANDATA.L’Atalanta dovrà giocare con attenzione, questo è chiaro, ma con la testa più sgombra possibile. Non condivido il timore per lo 0-0 di Napoli, all’andata era importante non subire gol e questo è avvenuto. Poi l’Atalanta di oggi è molto più consapevole, esperta, matura di quella dell’87, gran parte dei giocatori fanno le coppe da tempo. Sono molto fiducioso, così come col Real Madrid in Champions. Questa squadra ha grande qualità, soprattutto nei 12-13 giocatori di base”.

3-3 COL TORO. “Non credo che la squadra non abbia le energie per reggere su più fronti. Col Torino si è staccata la spina, il pensiero della Coppa Italia può essere stato un fattore”.

OBIETTIVO. “A questo punto l’Atalanta deve assolutamente puntare alla Coppa. E soprattutto alla qualificazione in Champions, per poter investire sul futuro, sia in termini tecnici sia dal punto di vista economico. Il 4° posto è un obiettivo che può essere raggiunto”.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News