Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Gasperini: “Ad oggi non è l’Atalanta che volevo. Okoli ed Ederson…”

Atalanta gasperini

Sul mercato non si mostra particolarmente soddisfatto: “Ad oggi non è l’Atalanta che volevo”

Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa al termine dell’allenamento sostenuto al Gewiss Stadium questa sera, durato un’oretta abbondante davanti a un importante numero di tifosi, circa 7mila.

Non banale già dall’inizio il tecnico di Grugliasco: “Ad oggi non è sicuramente l’Atalanta che volevo, alcune società hanno operato molto, altre incominciano a farlo in questo periodo. La società si è comunque impegnata molto: l’obiettivo è rinforzate la squadra e cercare di ringiovanire eventualmente, vedremo cosa accadrà nelle prossime settimane”

MERCATO “Vediamo cosa succederà strada facendo, queste purtroppo sono le date del mercato, che impediscono di avere una versione definita delle visioni. Non giocando le coppe europee forse c’è anche un appeal leggermente inferiore”

SENSAZIONI ALLA VIGILIA DELLA STAGIONE “Se siamo più o meno competitivi rispetto al passato lo dirà il campo. Nelle ultime 20 partite abbiamo faticato, pur con tanti alibi e situazioni particolari. È comunque un dato significativo, per me. Ho visto i ragazzi molto motivati, nonostante ci fosse un clima rovente e difficile da sopportare”.

DEMIRAL “Demiral domani ricomincerà a correre, ma abbiamo comunque avuto altre tegole importanti come il caso di Palomino e l’infortunio di Zappacosta”.

SAMP-ATALANTA “Contro la Sampdoria giocheremo in trasferta. È una piazza importante, con tanti abbonati. È una squadra che non ha cambiato, ma ci sono in palio tre punti e l’inizio di campionato può comportare sempre alcune dinamiche particolari”.

“In alcuni reparti siamo in tanti. Nelle amichevoli abbiamo offerto situazioni che non definirei come esperimenti ma certezze: Scalvini ha avuto una stagione molto lunga, compreso l’esame di maturità, era giù di peso e non nella miglior condizione. Penso in questo momento il ruolo di centrocampo sia la posizione migliore per lui. Ha giocato una partita in Nazionale, ma nell’immediato ha ancora bisogno di vari passaggi. De Roon è una certezza in tutti gli aspetti”.

OKOLI E DE ROON “Mi ha impressionato molto Okoli, rispetto a Scalvini pesano molto i 2/3 anni di differenza. Aveva tante richieste, non pensavo fosse così avanti. Può giocare sia da centrale che come laterale difensivo, ha fatto due partite in cui ha impressionato positivamente contro Valencia e Newcastle”.

I NUOVI “Ederson molto bene, Lookman all’apparenza non ha forse facilità di gol ma è dinamico e resistente, permetterà di creare tante occasioni da rete” 

MIRANCHUK E PINAMONTI “Per Miranchuk erano aspetti economici da risolvere. Nella mia lista dei calciatori non ho messo nessuno, l’ultimo è stato Palacio 5/6 anni fa quando era libero a costo zero. Ho sempre fatto giocare i calciatori scelti dallo scouting, in questo aspetto c’è stata tanta disinformazione: io non chiedo profili e calciatori, ma ruoli”.

OBIETTIVI  “Al momento non pongo nessun obiettivo, se poi le cose vanno bene non si tira indietro. In questo momento non ho certezze in merito, vedremo come andranno le partite e come andrà il mercato. Cercheremo di tenere il passo e giocare le nostre partite. Da qui al primo settembre dobbiamo cercare di portare punti in cascina e valorizzare i calciatori al meglio. Abbiamo bisogno di ripartire, al momento ci sono 23 elementi in rosa senza coppe europee”.

LE SCONFITTE IN AMICHEVOLI DELLE ITALIANE CONTRO LE SPAGNOLE “Non vogliamo mai dire che le squadre straniere sono più forti di noi, ma hanno valori più alti. Noi in questo momento riflettiamo quello che è il calcio italiano, anzi: forse riusciamo a difenderci meglio rispetto ad altri. Non possiamo sempre nasconderci dietro a condizione fisica e altre situazioni”.

 

 

 

27 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

27 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News