Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Musso: “Critiche? Sono abituato, non ci faccio molto caso…”

atalanta musso

Il portiere nerazzurro, dopo un anno di ambientamento tra parate e anche qualche errore, guarda avanti con determinazione

La squadra sta dimostrando di avere un bello spirito, tanta voglia di fare risultati. È una cosa molto importante, una base su cui migliorare calcisticamente: è importante partire con questo atteggiamento, è nostro compito”. Il portiere dell’Atalanta Juan Musso è carico in vista della sfida al Bentegodi contro il Verona di Cioffi. Come spiega a L’Eco di Bergamo in una lunga intervista, è nelle condizioni migliori per giocare, sta bene ed è concentrato a pensare partita per partita: “Mi sento molto bene, fisicamente e mentalmente. Abbiamo avuto una preparazione lunga, che ci era mancata lo scorso anno. La squadra ha lavorato bene, siamo messi meglio e questo ci sta dando carica. Poi, come sempre, bisogna alzare l’asticella”.

PASSAGGI A VUOTO. “È un po’ lo stesso giudizio che posso dare per tutta la squadra: abbiamo fatto delle ottime cose, ma abbiamo avuto anche tanti problemi, a partire dagli infortuni, e ci sono state anche delle difficoltà. Un po’ per la stanchezza, fisica e mentale: abbiamo giocato tante partite di fila, i tanti viaggi per la nazionale hanno penalizzato noi sudamericani. Per esempio, a volte tornavo dalla nazionale senza quasi aver dormito prima della partita per poi giocare a mezzogiorno. Non è un alibi, ma sono cose che rendono tutto più difficile”.

CRITICHE. “Le critiche e i complimenti sono naturali per noi professionisti: sono abituato, non ci faccio molto caso. Le critiche che sento sono quelle dell’allenatore, dell’allenatore dei portieri: faccio caso solo a quelli che mi seguono e che obiettivamente possono fare valutazioni”.

PARATE MIGLIORI E PEGGIORI. “La parata più bella contro la Juve a Torino. L’errore peggiore invece col Milan all’andata. Mi sono fidato troppo che la stoppassi con una mano, invece la palla è andata dall’altra parte sulla corsa di Calabria: mi ha dato molto fastidio, era una situazione facile, ma non ho rimpianti».

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News