Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Ancora Alvini: “Al tocco di mano di Okoli sembravo un bimbo con la cioccolata…”

Il tecnico grigiorosso ha parlato al termine della gara pareggiata 1-1 con l’Atalanta, analizzando la prestazione dei suoi

Massimiliano Alvini analizza la prestazione dei suoi anche in conferenza stampa: “Abbiamo fatto bene nella prima mezz’ora, nel secondo tempo abbiamo fatto fatica, l‘Atalanta ci ha schiacciato parecchio, ma è normale. Aver retto e essere stati in grado di recuperare in un clima simile è merito dei miei calciatori, voglio riconoscergli il risultato conseguito. Ci ho creduto fino all’ultimo secondo, ma abbiamo anche rischiato di perderla”.

CIOFANI. “È il capitano, si è trascinato la squadra sulle spalle. Non porta la fascia tanto per, lo riconosciamo anche dentro lo spogliatoio. Ci ha dato una gran mano”.

SQUADRA. “La Cremonese in queste sei giornate ha sempre avuto la sua identità, nonostante i difetti. Le squadre con più forza ed esperienza giocano su questo, ma fin da Firenze c’è sempre stata la volontà, così come lo spirito di sacrificio. Lo ha sempre avuto, ragioniamo come un’identità unica, ci può portare a raggiungere l’obiettivo. Ce la vogliamo giocare con le nostre armi”.

ATALANTA. “L’Atalanta non è mai di facile lettura. Avevo bisogno di più densità per poter lavorare sulle seconde palle. È stata una scelta quella di giocare così. Ho visto una bella Atalanta, riconoscibile in ciò che sono i suoi principi. In questi anni è stato il miglior prodotto del calcio italiano, anche a livello europeo e mondiale. Onore a loro. Poi se devo dire un nome Koopmeiners, pazzesco”.

EMOZIONE E AMMONIZIONE. “Anche chi è nella foresta amazzonica si emoziona col calcio, è il mio approccio. Per noi è significativa una gioia simile. Sono stato ammonito perché mi sono avvicinato troppo al monitor. Ho visto dal monitor che era mano, ma è giusto non avvicinarsi. Sembravo un bambino con la cioccolata in quel momento. Ho sbagliato”.

CHIRICHES. “L’ho fatto appositamente per l’Atalanta. Non concedendo quel campo, abbiamo voluto abbassare la pressione volutamente”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
calciomercato

Sondaggio: come dovrebbe comportarsi l’Atalanta dopo la pubblicazione delle intercettazioni?

Ultimo commento: "Dalle intercettazioni emergono situazioni poco chiare, a parte parzialmente e in modo non inequivocabile le plusvalenze fittizie. L'aspetto rilevante..."

La voce dei tifosi: a gennaio almeno 4 dovrebbero salutare

Ultimo commento: "Boga via e buona fortuna. Ma il buco è in mezzo al campo senza il miglior Freuler perdiamo partite a raffica . Serve comprare un centrocampista..."
Brescia-atalanta

Sondaggio a risposta secca: a Gasperini pieni poteri sul mercato, sì o no?

Ultimo commento: "Ok ma importante che rinforzi il centrocampo perché mancano incontristi puri capaci di aggredire e recuperare palloni invece che lasciar giocare..."

Altro da News