Resta in contatto

Approfondimenti

Serie A, ottava giornata: un turno infuocato per la classifica

Archiviati gli impegni della nazionale, che ha sconfitto l’Albania in trasferta assicurandosi il posto da testa di serie negli spareggi playoff per andare al Mondiale di Russia, prepariamoci ad un avvincente turno di campionato.

JUVENTUS-LAZIO (sab. 18)

L’ottava giornata di Serie A si aprirà domani pomeriggio alle ore 18 con la sfida tra Juventus e Lazio. C’è ancora amarezza in casa bianconera per il pareggio dell’Atleti Azzurri d’Italia proprio contro l’Atalanta, e la voglia di riscatto di Allegri punterà tutto sulla sfida ad una delle sorprese di questo inizio stagionale, la Lazio.

Nella Juventus, ancora assente Pjanic, ancora alle prese con l’infortunio rimediato nel riscaldamento della sfida contro l’Olympiakos in Champions, mentre Allegri può tirare un sospiro di sollievo per Mandzukic, tornato malconcio dagli impegni con la Nazionale croata, ma recuperato per la sfida alla Lazio.

In casa biancoceleste, Simone Inzaghi dovrà fare ancora a meno di Felipe Anderson, ancora assente dai campi per un problema rimediato durante il ritiro estivo. Scelte confermate in attacco per entrambi gli schieramenti, con l’unica punta Immobile che proverà a fronteggiare l’artiglieria pesante juventina composta da Bernardeschi, Douglas Costa, Higuain e Dybala.

Per diventare capolista solitaria la Juve può solo vincere e sperare che la Roma sconfigga il Napoli, anche se in questo caso i giallorossi, con una partita in meno, si porterebbero a quota 18 punti.

ROMA-NAPOLI (sab. 20:45)

C’è grande attesa, sempre domani, per la sfida delle ore 20:45 tra Roma e Napoli. I migliori attacchi della serie A si sfidano in uno Stadio Olimpico che si preannuncia infuocato. Previsti anche i tifosi ospiti che arriveranno dalle zone limitrofi, ma non quelli residenti in Campania (per motivi di ordine pubblico).

Il Napoli è a caccia dell’ottava vittoria di fila che gli consentirebbe di mantenere la testa della classifica indisturbata. Mister Sarri in regia dovrebbe affidarsi a Jorginho, in pole su Diawara. In mediana poi cerca posto Zielinski, ma dovrebbe essere utilizzato come arma a gara in corso.

La Roma, cerca una vittoria di assoluto prestigio che la proietterebbe di diritto tra le pretendenti allo scudetto. Verso il forfait El Shaarawy e Strootman per noie muscolari. Recuperati De Rossi e Perotti.

INTER-MILAN (dom. 20:45)

Quello tra Roma e Napoli non sarà l’ultimo big match dell’ottava giornata perchè domenica, alle ore 20:45, ci sarà il derby tra Inter e Milan.

C’è curiosità nel vedere come finirà questa sfida perché un’eventuale sconfitta rossonera, specie se pesante, potrebbe far terminare anzitempo l’esperienza di Vincenzo Montella sulla panchina del Milan. La dirigenza rossonera si è premurata di specificare che la sua panchina resterà salda a prescindere dal risultato finale, ma sappiamo bene quanto una stracittadina possa influire su un percorso già tortuoso come quello di queste prime settimane. Non al meglio Kalinic che ha lamentato un guaio muscolare che lo ha portato a non rispondere alla chiamata in Nazionale.

Di contro, Spalletti, cerca importanti conferme in casa Inter ma dovrà fare a meno di Brozovic per una lesione al polpaccio sinistro che lo terrà fuori per almeno tre-quattro settimane. Al suo posto Joao Mario.

Se il Milan, con più fame di riscatto e di vittorie, dovesse vincere, si porterebbe a -4 dai cugini nerazzurri, riaprendo uno spiraglio per la corsa allo scudetto.

LE ALTRE PARTITE DI SERIE A

12.30 Fiorentina-Udinese
15.00 Bologna-Spal
15.00 Cagliari-Genoa
15.00 Crotone-Torino
15.00 Sampdoria-Atalanta
15.00 Sassuolo-Chievo

 

Chiude l’ottava giornata il posticipo del lunedì tra Verona e Benevento, alle ore 20.45, un aperitivo dello spareggio-salvezza che potrebbe portare all’esonero di Pecchia o di Baroni.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Il calcio,commentava in modo giocoso sorriso sempre in viso"
valter bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "👏👏👏👏👏👏👏... quanti ricordi!!!! Ma non s scriveva WALTER?"
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Che anni quelli. La sfida tra lui e Zico una vera storia di Atalanta"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "L'Atalanta è stata da sempre un fucina di "tornanti" diventati poi dei campioni. Vedi Domenghini, Fanna, Donadoni, e tanti altri .......che al..."
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Uno dei maestri del calcio italiano"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti