Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Stefano Oriunto esalta le baby nerazzurre

C’è anche il calcio femminile a impreziosire la stagione dell’Atalanta e le ragazze impegnate nel campionato Giovanissime Regionali femminili hanno chiuso l’andata seconde nel loro girone di campionato con 24 punti, tre in meno dell’Inter che ha vinto tutte le partite. Una bella soddisfazione per l’allenatore Stefano Oriunto: “Siamo sicuramente contenti perché in classifica siamo attaccati all’Inter, ma soprattutto c’è una crescita costante sul piano del gioco. Per me che vengo dal calcio maschile, era il primo anno e per cui si trattava di un mondo nuovo. Ci sono stati degli innesti per cui è servito un po’ di tempo per trovare il giusto amalgama. Le ragazze si sono dimostrate ben disposte a seguire e hanno mostrato una gran voglia di crescere e imparare. Abbiamo sempre cercato di imporre il nostro gioco, con il possesso di palla, la squadra alta, il pressing. Per il resto non mi piace schematizzare le ragazze, preferisco  che giochino con la loro testa e esprimano la loro fantasia. La squadra sta crescendo, sta facendo un lavoro importante e ne sta raccogliendo i frutti“.

 

Un dato che emerge da questa prima parte di stagione è il massimo coinvolgimento dell’intera rosa, come testimoniano i 15 marcatori diversi già andati in gol: “Per me questo è un aspetto importantissimo, direi fondamentale. Una filosofia che ho sempre portato avanti – ha detto al sito del club -. Il gruppo sta alla base di tutto. E quando una società ti consegna una rosa, credo sia giusto lavorare per farla crescere nel suo complesso. Non ci sono 11 titolari, ma per me ce ne sono 22. Lo dico sempre alle ragazze ma poi glielo dimostro anche ogni domenica variando la formazione. Tutte devono essere pronte, tutte sono importanti alla stessa maniera. Il coinvolgimento di tutte, poi si ripercuote anche in modo positivo nel lavoro settimanale. La squadre prima si formano negli spogliatoi e poi sul campo“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News