Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Atalanta-Sampdoria, le pagelle nerazzurre

La squadra di Gasperini si arrende alla rete di Tonelli, crolla il muro eretto da Gollini e compagni

La sfida tra Atalanta e Sampdoria, nel pomeriggio di Serie A, vede i blucerchiati sconfiggere la Dea con una rete di Tonelli nella ripresa. Non può nulla Gollini, più volte bravo a dire di no agli ospiti, mentre Gasperini può recriminare per le tante occasioni sprecate dai suoi: Zapata, l’uomo più atteso, deve arrendersi al palo che gli nega la gioia del gol.

Gollini 6,5: attento sugli sviluppi di un contropiede ospite, esce in spaccata e toglie palla a Quagliarella. Cinematografico al 19′ quando, con un miracolo, salva la squadra.

Toloi 6: si perde in più di una circostanza Quagliarella, per questo un po’ si spazientisce. Difatti, non è lucido quando a pochi minuti dall’intervallo ha l’occasione per portare in vantaggio i suoi. In extremis sfiora la rete del pareggio.

Palomino 6,5: con autorità e prestanza fisica, vince i contrasti con Defrel. Acquisisce autorità dall’uscita di Masiello.

Masiello 6: al rientro dopo alcuni problemi fisici, stringe i denti e comanda la difesa. Strappa applausi con un paio di sortite da situazioni difficili. Poi deve abbandonare, in lacrime, il campo. ( 24′ pt Mancini 6: sfiora la rete di testa, sugli sviluppi di un corner).

Hateboer 5,5: non spicca di precisione nel primo tempo, sbagliando qualche appoggio di troppo. Come al 22′ quando, clamorosamente, manda alto da un metro.

de Roon 6: lavoro sporco in mediana, il solito. Come il classico giocatore di cui senti la mancanza quando non è tra i titolari. Migliora nella ripresa, ma rischia un giallo di troppo.

Pašalić 5: agisce, sotto traccia, da punto di riferimento per i due attaccanti. Ma non è la sua miglior giornata (12′ st Ilicic 5,5: la condizione è quella che è, la pausa lo aiuterà ma servono minuti di gara).

Castagne 6: Gasperini lo conferma dal primo minuto. Spinge sulla fascia di competenza, anche troppo quando termina in fuorigioco. Nella ripresa ha il match ball ma manda il pallone in fallo laterale.

Freuler 6: nella distinta ufficiale è lui il trequartista, ma torna tantissimo anche a metà campo dandosi il cambio con Pasalic. Fornisce un ciocciolatino che merita, solo, di essere spinto in gol a Hateboer che fallisce.

Zapata 6,5:  lotta da solo, a tratti, contro la difesa della Samp. Ha una grande occasione al 12′, ma per mettere fuori gioco l’avversario mette fuori anche il pallone e perde tempo per calciare a rete. Sfortunato al 28′ con il palo colpito di testa (21′ st Barrow 5: ha perso lo smalto dello scorso anno, da ritrovare).

Gomez 6: spostandosi sovente sulle due fasce, lascia Zapata solo in area. Ma il dinamismo nerazzurro ha bisogno dell’argentino. Serve un assist perfetto a Zapata che colpisce il palo, poi lo colpisce lui – quello esterno – al 40′. Si smarrisce nel secondo tempo.

Gasperini 5,5: prova la carta della disperazione con l’irriconoscibile Barrow, ma contro la difesa rocciosa della Sampdoria forse poteva meritare una chance Tumminello.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche