cropped-CA-logo.png
Sito appartenente al Network
Cerca
Close this search box.

Lo stadio da Champions: tv e seggiolini, ma il nodo è un altro…

Curva Sud

Postazioni per la tv, spazio per le telecamere e i seggiolini di Curva Sud e Ubi: tutte le variabili in campo. Il gioco vale la candela?

Stadio e coppa, che passione. Non solo l’illuminazione e le distanze di sicurezza tra le file di seggiolini, vuoi in Tribuna Ubi (ex Giulio Cesare) e in Curva Sud. Il nodo vero, per l’Atalanta che attende le prescrizioni precise dall’Uefa dopo la due giorni di sopralluoghi in chiusura giovedì 4 luglio, riguardano sempre e comunque costi e tempistiche. Anche perché le esigenze di copione di una Champions League votata allo spettacolo e alla soddisfazione delle necessità televisive non sono uno scherzo.

POSTAZIONI E TELECAMERE. Solo in tribuna stampa, per le tv, gli operatori video e i commentatori, la coppa dalle grandi orecchie servono almeno una trentina di posti in posizione centrale. In tutto, dopo gli ultimi restyling degli anni scorsi, il Gewiss Stadium ha 77 postazioni “tradizionali” per la stampa più la cabina di regia centrale a livello degli skybox. Non da meno la volontà dell’Uefa di favorire le telecamere pressoché ovunque all’interno dell’impianto per cui è stata chiesta la deroga: i commissari le vorrebbero posizionate anche in Curva Nord.

IL TAGLIO DEI POSTI. Rispondere ai criteri imposti dalla federazione continentale significherebbe aumento dei costi e dei tempi per l’esecuzione dei lavori, fatta salva la ricostruzione in atto dell’ex Curva Nord medesima che sta risorgendo come rettilineo a “muro” interamente coperto. Ma non solo. La questione dei seggiolini ridurrebbe la capienza in misura abbastanza sensibile.

LA CONTA ALL’ULTIMO SEGGIOLINO. Dai 21.300 posti attuali, decurtando una fila su due (approssimativamente) nella Giulio Cesare e osservando gli stessi criteri di sicurezza nella Morosini, quanti posti a sedere rimarrebbero? Secondo il progetto, in ogni caso, sarebbero – a lavori ultimati, ma la Ubi sarà l’ultimo intervento da fare, nel 2021 – 9.135 nella Nord e 3.460 nel rettilineo opposto alla tribuna d’onore. Se ne rimanessero, per dire, provvisoriamente 3 mila nella curva ancora da rifare e 2 mila sugli spalti che capienza dovrebbe mantenere per una stagione calcistica intera uno stadio adattato alla Champions? Forse poco più dei 17 mila sufficienti a ricevere la nuova ondata di abbonati. Ma almeno 3 mila biglietti andrebbero riservati alla libera vendita. Il gioco vale la candela?

Subscribe
Notificami
guest
3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
steve steve marriott
steve steve marriott
4 anni fa

avanti alla grande

steve steve marriott
steve steve marriott
4 anni fa

non esitate a completare quello che gia’ vi siete prefissi
e’ cosi’

Claudio
Claudio
4 anni fa

Siiiiiii il perché è semplice , una competizione di questo livello forse non sarà facile da ottenere con delle scuadre come sappiamo bene colossi di incassi come il presidente a sottolineato ,anche se la speranza è l’ ultima a morire. Forza Atalanta!!!!!!!!!!

Articoli correlati

Il centravanti di Fidene si conferma leader assoluto nel finale di stagione nerazzurro. Bene anche...
I voti ai protagonisti o meno in campo al Via del Mare: fate i giornalisti,...
In vista della finale di Dublino i tifosi dell'Atalanta preferiscono risparmiare tutti i titolari ma...

Dal Network

Joe Barone non ce l’ha fatta. Dopo il malore che lo ha colpito domenica pomeriggio,...

Gli USA pronti a ospitare le 32 squadre da tutto il mondo Nell’estate del 2025,...

Diretta tv, streaming e live testuale della partita che può valere la corsa alla qualificazione...

Altre notizie

Calcio Atalanta