Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Atalanta, riparti da Malinovskyi per la Champions

Il centrocampista nerazzurro, neo acquisto dell’ultima sessione di mercato, ha dato .prova di essersi integrato bene con la squadra

A centrocampo, lì dove fino a qualche settimana fa era scontato trovare de Roon o Freuler, così come il Papu dietro agli attaccanti, la rotazione di Gasperini e la panchina lunga della Dea stanno dando i primi frutti. Nessun ‘turnover’ nel senso grezzo del termine, perché chi sta subentrando in queste giornate ai titolatissimi-tra Champions e campionato- sta facendo non solo bella figura ma, in alcuni casi, una figura migliore di chi ha avuto finora il posto fisso. Uno di loro è Pasalic, orfano di un gol annullato dal Var, che nell’ultimo anno è cresciuto a dismisura.

BENE MALINOVSKYI- Ma chi ha davvero sorpreso più di tutti è Ruslan Malinovskyi, l’ucraino che ha risollevato invano le sorti del match contro la Dinamo Zagabria e il migliore in campo-l’unico nel primo tempo- in Atalanta-Fiorentina, con i Viola che non riuscivano a stargli dietro. Li ha seminati Ruslan con i suoi dribbling riusciti e il possesso palla sicuro. Ma soprattutto ha dato un altro significato ai numerosi corner che l’Atalanta conquista grazie alle sue corsie d’accelerazione: se col Papu solo la metà dirotta nei pressi della porta, col tacco del numero 18 raddoppiano le possibilità di segnare di testa e mettere pressione al portiere di turno.

CONTRO LO SHAKTHAR- E’ lui ad aumentare le opzioni di passaggio in avanti, con tanta corsa e qualità al servizio della squadra, una grinta da Nazionale e calci di punizione a sfiorare le traverse. Un ottimo interprete in campo del gioco di Gasperini, soprattutto contro gli ucraini dello Shakhtar, la sua lingua natale. Per questo Malinovskyi merita di entrare subito contro i prossimi nemici/amici in Champions, per tentare quel miracolo che l’Atalanta è stata capace di fare tante volte, l’ultima proprio contro la Fiorentina.

26 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

26 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti