Resta in contatto

News

Sacchi: “All’Atalanta si è realizzato qualcosa di speciale”

L’ex tecnico del Milan: “Gasperini ha dimostrato che col gioco si può sopperire a infortuni e cessioni. Sta ottenendo cento nonostante abbia un budget per arrivare al massimo a dieci”

Il calcio italiano ritrova le sue sette sorelle e tra queste, ormai da anni, c’è l’Atalanta, ai vertici in Serie A da quando sulla panchina nerazzurra siede Gian Piero Gasperini. I meriti del tecnico sono evidenti e attraverso il gioco i bergamaschi proveranno a recitare un ruolo da protagonisti anche nella stagione che è alle porte.

Sacchi promuove Gasperini: “È da 10 e lode in pagella”

Chi è pronto a scommettere sull’Atalanta c’è Arrigo Sacchi che ha analizzato così i nerazzurri: “All’Atalanta si è realizzato qualcosa di speciale: un’unione emozionale tra società, squadra e giocatori. Quando gioca l’Atalanta, gioca tutta Bergamo, e allora per gli avversari diventa difficile: non si è mai visto che ti venga addosso un’intera città – ha detto alla Gazzetta dello Sport -. La cosa incredibile è che riescono nell’impresa di stare tra le grandi spendendo un decimo rispetto agli altri e ottenendo ugualmente grandissimi risultati. Merito dei dirigenti, degli atleti e, in particolare, di Gasperini che ha saputo dare alla sua squadra la cosa più difficile da ottenere: lo stile. In Italia, dove trionfa l’individualismo, ci si domandava come si potesse ovviare alla partenza di Gomez, o alle tante assenze di Ilicic. Si argomentava che ci sarebbe stato un calo nelle prestazioni, perché quei due erano il cuore della squadra. E invece Gasperini ha dato la risposta giusta: si può ovviare con il gioco, unico elemento che non si infortuna mai e, dunque, non salta mai le partite. Lui sta ottenendo cento nonostante abbia un budget per arrivare al massimo a 10. E per questa ragione credo che gli si debba assegnare un 10 e lode in pagella. Chiedergli i miracoli sarebbe ingeneroso, così come ingiusto sarebbe inserirlo tra le favorite per lo scudetto. Ma Gasperini, ne sono sicuro, saprà far vedere a tutti che il calcio è un gioco di squadra“.

 

 

15 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

15 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News