Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Compleanno per due: la meteora Piccini e Andena, il compagno di Percassi

piccini

Cristiano Piccini all’Atalanta è passato alla velocità di una meteora. 2 stagioni in A su 5, invece, per l’altro festeggiato Andena, difensore come Percassi

Colui che ha timbrato il cartellino soltanto una volta, il 21 novembre dell’anno scorso, spegne 29 candeline da sostanziale disoccupato al soldo del Valencia, tornatoci nella finestra invernale dopo le magre bergamasche. L’altro compleanno atalantino di oggi, il neo settantaquattrenne milanese Gabriele Andena, al contrario, è stato un difensore ad alta fedeltà negli anni settanta: due stagioni su cinque, le ultime, in serie A, scambiandosi spesso le marcature con l’attuale presidente Antonio Percassi.

PICCINI, COMPLEANNO DA METEORA. Voluto fortemente da Gian Piero Gasperini nel gran tourbillon degli esterni alla vigilia della stagione passata, tutti bocciati come lui per far spazio da backup al baby Matteo Ruggeri poi parcheggiato a Salerno, il fiorentino (di Montelupo, cresciuto calcisticamente e non solo a Scandicci, dove s’è sposato nel 2019 con la portoghese Filipa, mamma di sua figlia Leha, 4 anni) Piccini, prestito in diritto di riscatto dallo squadrone della Comunitat, all’Atalanta ha fatto non peggio ma sicuramente meno degli altri rinnegati Fabio Depaoli e Johan Mojica, imponendo al club l’innesto di Joakim Maehle a gennaio. Rottosi la rotula destra il 28 agosto 2019, quel pomeriggio all’Orogel di Cesena nell’occhiale con lo Spezia sostituì al 25′ l’ex clivense e sampdoriano per essere a sua volta rimpiazzato da Bosko Sutalo a 6′ dal 90′. Fine dell’esperienza zingoniana e ultimi 21 minuti della sua vita nel pallone, da rientrato all’ovile, il 16 maggio scorso contro l’Eibar. Una carriera fin qui da 224 partite e 5 sfere nel sacco da professionista tra Fiorentina, Carrarese, Spezia, Livorno, Betis e Sporting Lisbona condite da 3 presenze in Nazionale A.

ANDENA, IL COMPAGNO DI PERCASSI. Il mastino del capoluogo di Regione, quartiere Comasina e svezzato dall’oratorio, prelevato dal Varese nel 1974 e ritiratosi nel 1979, è tra gli eroi degli spareggi del Settantasette con Titta Rota allenatore, del presidente Achille Bortolotti scopritore di talenti da plusvalenza che però mica gli consentivano di allestire chissà quale squadrone. Andena, uno coi baffi per scommessa e per sempre, con l’allora ragazzo di Clusone che studiava da imprenditore si scambiava talvolta la 5 e la 2 nel primo triennio nerazzurro in serie B. Cresciuto nella Gallaratese, in D dal ’66 al ’68, 16 presenze varesine al piano di sopra sulle 96 totali, a Bergamo con Heriberto Herrera e Angelo Piccioli – ai primi passi del libero-jolly Gaetano Scirea, successivamente ceduto alla Juventus – finì subito a marcare il centravanti, mentre nel successivo torneo cadetto Giancarlo Cadè (sostituito nelle ultime tre giornate dall’ex terzino-mediano Gianfranco Leoncini) optò per lo scambio con Percassi. Dal ’76, con Rota in panchina, la scalata al primo campionato nazionale da eroe.

MISTER CENTOSESSANTASEI. Tante sono le partite disputate da Andena, che dal ’69 al ’71 in terra insubre era stato allenato da Nils Liedholm, con la maglia della Dea, di cui 19 in Coppa Italia. Condite da un solo pallone infilato nel sacco, nel 4-1 al Novara del 24 aprile 1977: autorete di Cavallari (11′), lui (55′), un doppio Ezio-gol Bertuzzo (80′ e 83′) e Guidetti (87′) per gli ospiti. Solo 7 i gettoni al secondo anno di A, contro i 26 del precedente, anche perché a una pattuglia già nutrita e rimpinzata dal ritorno da Napoli di Giovanni Vavassori, da Gianpietro Marchetti, da Giovanni Mei (stopper anch’egli) e dal giovane jolly Cesare Prandelli s’era unito anche il ventenne Carlo Osti. Tanti auguri.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News