Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Koopmeiners, non chiamatelo già plusvalenza

koopmeiners

Il centrocampista è stato al centro di diverse chiacchierate prima e dopo il suo arrivo all’Atalanta: ma non datelo già per ceduto

Da quando è iniziata a circolare la notizia di un suo possibile arrivo all’b, il nome e il cognome Teun Koopmeiners sono stati ripetuti all’infinito. Il trasferimento in nerazzurro si è concretizzato nelle ultime ore di mercato, ma ciò nonostante il suo nome è rimbombato a lungo anche nelle settimane a seguire.

LE ATTESE. Molti infatti si attendevano un immediato impiego di un elemento pagato 12 milioni più bonus, nel giro della nazionale olandese ed ex capitano dell’Az Alkmaar nonostante la sua giovane età (classe 1998). Ma si sa, assimilare le richieste di Gasperini non è sempre molto semplice, per cui o si presenta l’occasione per essere gettati nella mischia oppure sono necessarie settimane, per non dire mesi, per esser pronti ad eseguire ciò che richiede il tecnico.

IL MOMENTO. Per Koopmeiners non si è trattato né dell’uno, né dell’altro. Dopo qualche spezzone, l’emergenza in difesa ha costretto l’arretramento di de Roon, con uno spazio rimasto vuoto in mezzo al campo. Così, dopo un mesetto di ambientamento, l’ex Az si è ritrovato titolare per qualche partita consecutiva: non ha le caratteristiche né del connazionale, né di Freuler, ma con fisicità, qualità, senso tattico e visione di gioco, è riuscito comunque ad essere enormemente utile.

GASP IL SARTO. Anzi, si avverte quasi la sensazione che Gasperini, consapevole di non voler rinunciare alla sua storica coppia che tante garanzie gli ha dato in questi anni, stia studiando l’abito giusto da far indossare a Koopmeiners che, ricordiamo, è stato presentato anche come un calciatore che “calcia da fuori e ama inserirsi”, cosa che non abbiamo ancora apprezzato.

IL VALORE. In diversi, dopo queste buone prestazioni, hanno già battezzato il centrocampista come una futura plusvalenza nerazzurra (probabilmente i 12 milioni più bonus versati dall’Atalanta, cresceranno rapidamente con altre gare così), ma attenzione anche alla carta d’identità. Ha 23 anni e sembra pronto a ripercorrere il cammino di tanti suoi compagni che oggi, dopo tanti anni, sono ancora qui: Toloi, Gosens, Freuler, de Roon e via dicendo. Per cui, non chiamatelo già plusvalenza.

25 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

25 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti