Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Bianchi: “Atalanta ritrovata, era da scudetto, Bayer preoccupato”

ottavio bianchi

L’ex allenatore e giocatore nerazzurro, doppio ex del match all’Olimpico, ha detto la sua sulla stagione della Dea

Ottavio Bianchi, grande doppio ex dello scontro diretto in programma domani sera a Roma, al Corriere della Sera Bergamo dà un parere sull’andamento della Dea tra Europa e campionato: “L’Atalanta ha avuto una flessione abbastanza netta fino a poco tempo fa, strano perché poteva essere in lizza per vincere lo Scudetto. Purtroppo sono arrivati risultati negativi, in casa, con squadre sotto il suo livello, ma le due vittorie hanno riportato, oltre al risultato, anche la gamba, il ritmo e il gioco molto dispendioso. L’allenatore è stato bravo a usare i cinque cambi. Peccato perché è un campionato anomalo, lo potevano vincere tutti con questa pandemia. Certo è che se per una cosa o per un’altra non hai a disposizione l’organico completo o devi giocare più partite in una settimana, paghi lo scotto. Anche in Europa nessuna squadra regge le tre gare settimanali”.

SITUAZIONE ROMA. “Io nutro grande ammirazione per Mourinho perché se ci fosse stato un altro nelle sue condizioni…invece lui è rimasto intoccabile, vuol dire che è molto bravo sia sul campo che nei rapporti mediatici. Però per la Roma è un anno di grandissima difficoltà”.

SCONTRO DIRETTO. “Non c’è una favorita, entrambe hanno dei problemi con giocatori importanti recuperati all’ultimo che non possono rendere al massimo. Adesso la Dea ha ripreso la sua corsa anche senza attaccanti però con tutto il rispetto ha giocato con Olympiacos e Samp, dare un giudizio troppo positivo sarebbe superficiale. Giocare a Roma non sarà facile, hanno un organico di primo livello, sono due squadre motivate, l’Atalanta deve mirare la Champions, la Roma non farsi risucchiare e andare avanti in Conference perché alla fine devono tirare i consuntivi e se già si parla di giocatori che andranno via non è un buon segno”.

CHAMPIONS-EUROPA. “Io ho estrema fiducia, con Percassi e Gasperini sono anni eccezionali, non mollano mai, gli alti e bassi ci sono ma penso che abbia tutte le carte in regola per qualificarsi in Champions, se recupera anche Muriel prevedo un rush finale molto interessante. In Europa non è il Bayern ma il Bayer, è vero che i tedeschi non mollano mai, ma io non la ritengo una cosa impossibile che la Dea passi, quando va fuori a giocare ha una sua identità chiara, per me sono più preoccupati quelli del Bayer”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News