Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Il grido di battaglia di Freuler: “Vinciamo il trofeo, ti cambia la vita”

Il vicecapitano svizzero dell’Atalanta promette scintille dall’albergo del ritiro: “Dobbiamo ripagare l’affetto dei tifosi

“Un trofeo ti cambia la vita”. Senza Europa, all’Atalanta e a Remo Freuler resta la Coppa Italia: “Siamo reduci da un ottavo posto che ha deluso tutti, ma dobbiamo guardare avanti senza porci obiettivi. Casomai ripartiamo dalle sole 4 vittorie casalinghe dello scorso campionato: ecco, cominciamo a migliorare da qui”, la premessa del centrocampista svizzero dall’albergo di Lantana di Dorga.

FREULER E IL TROFEO. “Il sogno resta vincerlo. In serie A proviamo a iniziare bene e riproviamo a stare in alto: dopo due anni possiamo svolgere finalmente una preparazione normale, dopo aver vissuto negli anni scorsi su una fisicità superiore alle concorrenti”, la tesi del vicecapitano.

FREULER E LA FAMIGLIA. “Ho potuto staccare più di tre settimane, sono state le prime vacanze con mio figlio Romeo e mia moglie Kristina. Siamo stati in Sardegna e poi in Turchia: bellissimo. Questa è la mia settima preparazione con l’Atalanta, ma ciò non vuol dire che io abbia il posto fisso assicurato”.

FREULER E IL MERCATO. “Le concorrenti come Fiorentina e Roma non si stanno muovendo molto, nemmeno noi stiamo cambiando tanto ma del resto non è nostra abitudine, avendo al massimo aggiunto qualcosa di estate in estate – osserva il nazionale svizzero -.C’è Ederson, uno in più a centrocampo. Io non cambio il mio modo di giocare a seconda del compagno di linea che sceglie Gasperini, ma è chiaro che con De Roon siamo ormai una coppia a occhi chiusi”.

FREULER E I MONDIALI. Infine, sulla maxi pausa per Qatar 2022: “La sosta di campionato di un mese e mezzo in autunno è una novità per tutti. Io vado in Qatar con la Svizzera, anche grazie all’Italia che nelle qualificazioni ci ha dato una mano sbagliando due rigori. Chi rimane dovrà fare un’altra preparazione”.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest

1 Commento
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News