Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Atalanta-Cremonese, le PAGELLE NERAZZURRE

I nerazzurri sono ora schiacciati in classifica tra Napoli e Milan per differenza reti, tutte a quota 14

Atalanta-Cremonese finisce 1-1 e la squadra di Gasperini perde la vetta in solitaria. Troppi errori nelle due aree.

Musso 5,5: al 15′ del primo tempo fa il miracolo di guantone aperto su Escalante, sempre attento sulle incursioni di Dessers, para anche il missile di Asacibar ma non lo trattiene e regala così a Valeri la palla del pareggio.

Toloi 6,5: in scivolata il capitano rimedia agli errori del giovane compagno di reparto, sale in area per provare a segnare e impegna Radu. Le sue scivolate salvano la porta anche nella ripresa.

Demiral 7,5: quando c’è lui a murare Dessers non passa, battagliero, infila di testa in rete il momentaneo 1-0, cinico e forte.

Okoli 4,5: perde qualche colpo davanti alla sua ex, non riesce a fermare Dessers concedendogli punizioni e ripartenze. In attacco non aggancia i palloni, poi alza la mano sulla punizione perfetta di Koopmeiners annullandogli il gol. Ha l’occasione per firmare il 2-1, lo specchio è libero ma lui lancia a Radu.

Hateboer 5,5: il gioco non passa spesso da quelle parti, ma riesce a beffare Valeri, salvo perderlo sul gol.

(Dal 41′ st Zortea 5,5: ci prova un paio di volte ma non ci crede troppo, sbaglia un cross).

de Roon 5: si divide tra Pickel ed Escalante, fa il lavoro sporco ma poi perde palla in area regalandola a Ascacibar che innesca l’azione del pari.

Koopmeiners 7: prova il tiro da fuori senza sorprendere Radu, negli uno contro uno con Meité esce vincitore. Gol capolavoro da punizione, peccato per Okoli; si ripete 10′ dopo trovando la zucca di Demiral e la rete del momentaneo vantaggio.

Soppy 6: Pickel lo anticipa, il suo tiro verso la porta è troppo debole, cerca un rigore che non c’è, troppo spesso a terra.

(Dal 41′ st Maehle: sv).

Lookman 6: cerca in continuazione ripartenze, incursioni, dribbling e tiri in porta, ma trova solo l’esterno della rete. Porta dinamicità ma non la trasforma.

(Dal 32′ s.t. Pasalic 6: porta l’azione nell’area piccola ma non è decisivo).

Malinovskyi 5,5: invece che tirare verso lo specchio passa, impreciso, a Muriel. Meno decisivo del solito, Lochoshvili lo impensierisce.

(Dall’11’ st Ederson 6: subito propositivo in attacco, serve Toloi ma Chiriches gli sta addosso).

Muriel 5,5: ci prova con un paio di assoli ma Aiwu e Radu non si fanno beffare, ha poca mira.

(Dall’11’ st Hojlund 6,5: incita gli spettatori, punta l’uomo (Lochoshvili) e guadagna la punizione che vale il gol , poi annullato, di Koopmeiners. Dà freschezza.

All. Gasperini 6: dentro Demiral e Muriel, sorprende i grigiorossi che però hanno studiato bene la sua squadra, lento primo tempo come da copione, nella ripresa con Ederson e Hojlund la Dea cambia marcia. Troppi in errori nelle due aree, meritava più di 1 punto ma questa volta raccoglie meno.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche