Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

“Fatelo arbitrare!”. Chiffi, il primo arbitro post pandemia che cacciò Gasperini

Atalanta-Sassuolo

Tra i precedenti di Chiffi, comunque complessivamente favorevoli ai nerazzurri, anche la cacciata di Gasperini contro il Sassuolo

All’esordio cacciò Remo Freuler dopo il richiamo del V.A.R., al 24′ del secondo tempo, per una gamba tesa nemmeno cattiva ma certo decisa su Viviani, il classico piede a martello. E con la Spal, quel 5 novembre 2017, fu 1-1, per il botta e risposta tra Cristante e Rizzo, futuro e sfortunatissimo nerazzurro, giusto una cinquina cronometrica prima del provvedimento disciplinare. Ma Daniele Chiffi, quasi trentottenne (14 dicembre) ingegnere gestionale padovano designato per il big match della settima giornata tra Roma e Atalanta (domenica 18 settembre, ore 18), si fa ricordare anche per essere stato il primo direttore di gara dei nerazzurri, nel Gewiss Stadium drammaticamente vuoto, alla ripresa del campionato 2019-2020 dopo la prima, ferale ondata pandemica: il 4-1 al Sassuolo (16’Djimsiti, 31′ Zapata, 37′ autorete di Bourabia, 66′ Zapata, 92′ Bourabia) del solstizio d’estate. A spese di Gian Piero Gasperini, capace di lamentarsi sul 4-0 secco.

CHIFFI VS GASPERINI. In quell’occasione il quadratissimo e implacabile fischietto veneto allontanò il tecnico piemontese dalla panchina, dopo l’ennesima protesta sulla gestione della famigerata e vituperatissima regia da bordocampo. Controversa per l’interpretazione cervellotica del V.A.R. Rosario Abisso: al 18′, per dire, annullato in seguito all’on field review il gol del Papu Gomez per presunto tocco di braccio di Robin Gosens (la mano sembra piegarsi, poi la palla gli finisce in faccia) su cross di Duvan Zapata. Al 24′ del secondo tempo, il controllo che scatena l’ira del tecnico nerazzurro: un contatto con Defrel al limite che fa cadere a terra Palomino inducendolo al tocco col braccio. “Fatelo arbitrare!”, urla a modo suo: al 27′ è già negli spogliatoi, pardon in tribuna.

IL BILANCIO CON CHIFFI. L’unico ko atalantino con Chiffi, bilancio (leggi QUI) di 4 vittorie su 7 e 2 pari in tutto (il doppio vantaggio rimontato a Muriel a Bologna l’antivigilia di Natale 2020 l’altro), è l’1-3 con la Lazio il 31 gennaio 2021, mentre l’ultima gara risale all’inizio dello scorso campionato col 2-1 sul campo del Torino. Quanto ai giallorossi, identico il numero d’incroci ma non gli esiti: mai un risultato nullo, 3 ko tra cui il più recente il contestato 3-1 del Milan con penalty dubbio pro Abraham e un altro non assegnato a Zaniolo per trattenuta di Tonali. Sempre coi granata, di misura, l’ultimo successo.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti