Resta in contatto

News

Gasperini: “Gara delicata, abbiamo fretta di giocare”

L’allenatore dei bergamaschi non vuole aspettare oltre per tornare alla vittoria

Il tecnico nerazzurro Gian Piero Gasperini ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della gara contro il fanalino di coda Chievo, da vincere assolutamente nonostante gli ultimi risultati e i recenti infortuni. Ecco le parole dell’allenatore nerazzurro a Zingonia:

SOSTA.La sosta è arrivata in un momento difficile ma per noi è stata utile per smaltire la delusione. Abbiamo recuperato le energie, da mercoledì comunque abbiamo lavorato con tutti i nazionali. L’incognita è lo schieramento del Chievo, vedremo se ci saranno novità. Noi abbiamo analizzato le situazioni che ci hanno impedito di raccogliere punti. Ripartiamo con fiducia, ma abbiamo fretta di giocare e toglierci da questo momento”.

CHIEVO.A Verona è una partita delicata per le due squadre, ma non è che non ce ne siano di simili in questa fase del campionato. Domani puntiamo a un buon risultato. Lottiamo e giochiamo le gare volta per volta facendo affidamento sul nostro gioco. Finora abbiamo raccolto meno di quanto avremmo meritato: senza attaccarci agli episodi e alla sfortuna, vanno superate le difficoltà che ci tengono in basso nella classifica. Noi  giochiamo per tornare a fare gol e per evitare di prenderne su palla inattiva. Sono particolari importanti in un contesto comunque fiducioso”.

L’AVVERSARIO.Le insidie ci sono, l’avversario di turno stava vincendo anche con la Juventus e ha pareggiato in casa della Roma, a Milano ha fatto la sua figura. Di solito disputa gare molto equilibrate per essere poi danneggiata nel punteggio in maniera eccessiva. Di motivazioni per ripartire Ventura ne ha, il Chievo gliene ha offerta l’opportunità”.

ROSA IN CAMPO.A parte Masiello e Tumminello siamo tutti pronti, in questi giorni abbiamo anche provato alternative senza stravolgere l’impianto di squadra. Dietro, le alternative a Masiello sono Mancini o Djimsiti, magari con spostamento di Palomino a sinistra. Berat lo vedrei più in mezzo e Gianluca a destra o a sinistra. Per Ilicic non c’è più alcuna prova da superare, nel senso che ha giocato anche in Nazionale e non c’è più alcun rodaggio. Valzania e Pessina secondo me sono ragazzi che possono fare bene, ma per ora giocano de Roon e Freuler che sono tra le forze della squadra“.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da News