Resta in contatto

Rubriche

Le pagelle nerazzurre: Papu immenso, Pasalic dà la testa per la Champions

Parte male la gara dei nerazzurri, ma questo dà il via al solito ribaltone bergamasco che questa volta vale il terzo posto e la Champions

L’Atalanta parte al rallentatore ma quando carbura non ce ne è per nessuno: Ilicic e Gomez fanno gli straordinari, poi Pasalic subentra per porre la firma finale all’Europa più bella che la Dea si è conquistata con merito.

Gollini 6,5: impegnato spesso e volentieri nei rinvii, qualcuno lo sbaglia pressato com’è da Berardi che cerca di beffarlo invano. Sul gol si fa sorprendere come i suoi in difesa, ma poi è lesto e sicuro nel parare tutti i ben più magri tentativi di Boga&Company.

(Dal 47′ s.t. Rossi: sv).

Djimsiti 6,5: nell’azione del contropiede del gol si fa trovare anche lui in bambola, ma poi chiude tutti i neroverdi con arguzia e prontezza fino al 95′.

Palomino 6,5: frena la corsa di Berardi sulla destra, il migliore tra i difensori nel primo tempo, si ripete brillantemente anche nella ripresa.

Masiello 6,5: difende i pali di Gollini da una doppia incursione di Boga. Il suo salvataggio con le unghie e i denti al 40’ p.t. vale una rete, anche se Lirola lo tiene sempre sul filo del rasoio.

(Dal 16’ s.t. Pasalic 6: entra per rinvigorire un’inedita difesa a quattro, ma è la zuccata del tris, da vero professionista, che lo eleva a eroe di serata).

Castagne 6,5: cerca di bloccare l’azione di Boga ostruendogli il passaggio dalla sua fascia, si fa sempre notare in avanti ma i compagni gli passano palla poche volte. Combattivo, si inserisce su ogni neroverdi strappandogli palla e facendo ripartire l’azione.

De Roon 7: gestisce la palla con la calma che gli chiede Gasperini. Berardi dà una zuccata a de Roon e lo prende per le mani: rosso a lui e giallo al nerazzurro. Nella ripresa fa quello che gli chiede Gasperini e gioca arretrato, con buonissimi risultati.

Freuler 6: pronti, via, lo svizzero prova il tiro in porta e sfiora subito il gol. Si fa trovare sempre in piena area piccola, a due passi dal portiere, ma non aggancia nessuna sfera che i compagni gli passano. Negli ultimi minuti si riprende alla grande, recuperando palle impossibili e azzeccando tutti i passaggi. Il meno convincente, anche se negli ultimi minuti si riprende del tutto portando via tutte le palle dai tacchetti dei neroverdi e facendo partire azioni di contropiede.

Gosens 6,5: raccoglie con precisione tutte le palle spedite da Ilicic e corre come un matto per la fascia, anche quando i compagni non gli servono palla. Arretra nel secondo tempo ma il suo rendimento è sempre alto.

Gomez 8: solita prova di sacrificio del capitano nerazzurro, che si rialza sempre seppur vittima di falli e batte bene sia corner che punizioni. Merita il gol quel rasoterra al 44’ p.t. che sfiora il secondo palo e infatti il gol del sorpasso arriva: raccoglie la deviazione di Pegolo e insacca con un mezzo scavetto. Ma non è serata per fermarsi e il Papu serve l’assist d’oro per la testa dura di Pasalic. Immenso.

(Dal 46′ s.t. Mancini: sv).

Ilicic 8: incanta i nerazzurri con i suoi tocchi, che disorientano gli avversari. Quando si invola in area piccola la curva sussulta e i suoi lanci per Gosens e Castagne sulle fasce paiono misurati col righello. Arriva tardi al 25’ p.t. nell’azione migliore dell’Atalanta per trovare il gol del pari. Ingrana la marcia nella ripresa cerca il gol che Pegolo gli nega di un soffio ma, con la complicità del Papu, la palla entra comunque.

Zapata 6: non è sempre presente quando i compagni gli passano palla sulla linea. Non entra quella palla quando lui la spinge, ma la foga è così tanta che il ventitreesimo gol arriva di mento. Inchiodato all’area piccola, perde i palloni che i compagni gli spediscono con posta prioritaria.

 

All. Gasperini 8: la gara inizia male, anzi, malissimo, con il Sassuolo che non ha la minima intenzione di regalare niente, ma la grinta che trasmette alla squadra nello spogliatoio e i cambi con la difesa a quattro nel secondo tempo sono azzeccati e mettono in cassaforte il risultato.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement

Altro da Rubriche