Resta in contatto

Rubriche

Atalanta-Cagliari, le pagelle nerazzurre: Ilicic perde la testa

La squadra nerazzurra perde al Gewiss Stadium con due reti di distacco e il Cagliari strappa in superiorità numerica tre punti importantissimi: ha agganciato la Dea

La banda di Gasperini soffre da subito le ripartenze del Cagliari e non riesce a vincere i duelli 1 contro 1, ma è dopo l’espulsione di Ilicic che le cose si mettono davvero male: la squadra di Maran cresce e sfrutta la superiorità numerica. Malinovskyi tenta di dare una sterzata, ma è già troppo tardi. Ecco le pagelle di CalcioAtalanta:

Gollini 6,5: è il più in forma della squadra e continua il suo filotto positivo, subito decisivo su Simeone. Al 13′ pt si rende nuovamente protagonista respingendo con i guantoni la punizione di Nainggolan dritta in rete. Non trattiene per non rischiare, il diluvio rende la sfera scivolosa. Beffato (ancora) dai suoi sul primo gol, nell’azione del contropiede per il raddoppio non può nulla. Il suo tacco su Nandez ‘salva’ il tris: incolpevole e sempre abile.

Toloi 6: il meno preciso del trio difensivo, quando scegli di passar palla a Gollini rischia troppo e in uno di questi retropassaggi regala palla a Rog. Nella ripresa si riprende anche lui, cerca e trova punizioni preziose per i compagni, guadagna corner e chiude bene sugli attaccanti.

Djimsiti 6,5: una prestazione super quella dell’albanese, che si trova bene in centrosinistra e devia in corner i tiri potenti di Nainggolan. Si supera nella chiusura di tacco al 22’ pt su Rog, quando salva la porta e il tabellino ancora sullo 0-0. Guadagna corner importantissimi.

Palomino 5,5: gioca centrale e cerca di aggredire Simeone, ma non è un compito facile: al 3’ il rossoblù lo supera e cerca subito il gol. Sembra aver preso le misure su Simeone alla mezzora e tiene sotto controllo Joao Pedro, ma è decisiva la sua prima deviazione nella punizione di Lykogiannis.

Castagne 6,5: perde la scarpetta nei primi minuti, ma non la testa: perfetti gli 1-2- rapidi con Ilicic, soffre solo un po’ Rog. Prende sempre l’iniziativa e porta palla in profondità, facendosi trovare dai colleghi in buona posizione. Vicino alla rete al 28′ pt, salva momentaneamente la porta su Joao Pedro al 31’ pt con un’entrata in scivolata da professionista. Cala un po’ nella ripresa per colpa della stanchezza.

Pasalic 5,5: va ai cross profondi su Ilicic e su Castagne, in azioni fotocopia ben architettate in allenamento con Gasperini. Confuso in difesa, la sua deviazione dà una mano al Cagliari per il primo vantaggio rossoblù.

Freuler 6: all’inizio il suo contributo pare più prezioso in difesa, respinge le sfere di Nainggolan e Rog per fermarlo deve commettere fallo.

Gosens 6: cambia passo con facilità e corre per verticalizzare, ma va a vuoto nel soffiar palla ai rossoblù.

(Dal 1′ st Hateboer 6,5: appena entra la Dea conquista due corner di fila e tanta intensità. Sfiora il gol con un diagonale sul secondo palo.

Gomez 6,5: non riesce a raccogliere nel sacco la sfera di Muriel, ci prova in corner cercando la testa di Djimsiti. Calcia benissimo al 38’ ma timbra in piena la traversa. Sfortunato, gioca l’ennesima partita di grande sacrificio e nessuno si aspetti che esca all’intervallo.

(Dal 1′ st Malinovskyi 6,5: entra e cerca subito il tiro secco da fuori per pareggiare i conti. Il suo impatto nella gara si sente, i mancini taglienti cambiano volto alla gara, rimettendo la Dea in partita. Sbraccia sul viso di Simeone e prende giallo. Doveva entrare prima questo ragazzo, che in pochi minuti diventa il più pericoloso della Dea, sfiorando il gol a più riprese).

Ilicic 4,5: parte bene, anzi benissimo, con dribbling magici e giocate rasoterra per il Papu e Muriel. Anticipa Rog e fa anche in modo che si becchi il giallo, con grande astuzia. Peccato poi che perda la testa al 39’ e materializzi il suo nervosismo con un calcio per Lykogiannis che lo costringe a un break anticipato e a lasciar nei guai (e in 10) la squadra. Chiede scusa ma ormai il danno è fatto, lui è uno dei leader più maturi dell’Atalanta, queste cose non le deve fare.

Muriel 5: non riesce a entrare in partita né ad aggredire pali e porta, dopo l’espulsione di Ilicic deve fare gli straordinari verticalizzando. Fatica anche a dialogare con i colleghi e non trova nessuno sul secondo palo. Perde un po’ di convinzione e colpisce senza precisione. Non ha lui la chiave dell’attacco

(Dal 33′ st Barrow sv: tenta il miracolo palesandosi in area piccola anche se anticipato da Klavan).

All. Gasperini 5,5: si arrabbia con Palomino e Toloi per i soliti errori in difesa, la sua Atalanta fatica a proporre il suo gioco e non brilla nemmeno nell’1 contro 1. Non commenta il colpo di testa di Ilicic e inserisce Malinovskyi e Hateboer, che cambiano l’inerzia della partita nonostante il contropiede killer. Malinovskyi però ha un’esperienza che alla Dea serve fin dal 1’.

14 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

14 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Rubriche