Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Penna in trasferta – Misul (Fiorentina.it): “La Viola vuole fare risultato a Bergamo”

Il giornalista che segue da vicino la squadra allenata da Italiano: “Rispetto al passato nell’ambiente c’è grande fiducia. L’Atalanta fa paura anche con assenze importanti”

L’Atalanta ricomincia il proprio percorso in campionato dalla sfida in programma al Gewiss Stadium di Bergamo, domani, contro la Fiorentina. Quello con la squadra viola è un incrocio sempre particolare per la Dea e quest’anno la sfida potrebbe essere più equilibrata (anche per le defezioni in casa nerazzurra). Per cercare di analizzare meglio il match abbiamo raggiunto Niccolò Misul, direttore responsabile di Fiorentina.it.

Che Fiorentina dobbiamo aspettarci al Gewiss Stadium?
“Quella tra Fiorentina e Atalanta è una sfida molto sentita per vicende anche extra calcistiche, a partire dal mercato fino alle dichiarazioni di Gasperini su Chiesa. La Fiorentina vive di grande entusiasmo e cercherà di strappare punti a Bergamo”.

La squadra è reduce da un successo e una sconfitta nelle prime due uscite: quali sono le principali indicazioni che siete riusciti a trarre fino a ora?
“La Fiorentina ha perso all’esordio ma si è vista una squadra più propositiva rispetto all’anno scorso e più in generale, si vedono i dettami di Italiano. Il pubblico ha grande fiducia nella squadra e nel tecnico. Qualcosa in più sarebbe potuto arrivare dal mercato, ma quella viola è una squadra che punta a migliorarsi rispetto al passato”.

Dopo mesi turbolenti sotto l’aspetto tecnico, mister Italiano sembra avere dato nuova linfa al progetto.
“Sicuramente sì. Nonostante fosse la seconda scelta dopo il naufragio dell’operazione Gattuso, la dirigenza crede fortemente in lui e anche i giocatori sembrano essere stati favorevolmente colpiti. Italiano sembra essere in grado di tirare fuori il meglio dalla squadra che ha a disposizione”.

Quanto pesa e peserà la conferma di Vlahovic?
“Tantissimo perché è un giocatore in un grande stato di forma e a mio avviso di migliori prospettive in Europa. È giovane, ha voglia di fare e le sirene di mercato non l’hanno distratto. In questa stagione arriverà il rinnovo, ma difficilmente lo vedremo a Firenze anche l’anno prossimo”.

Atalanta-Fiorentina sarà anche la sfida tra presidenti agli antipodi, il bergamasco doc Percassi contro Commisso, di origini italiane ma cresciuto e formatosi negli Stati Uniti. È d’accordo?
“Sono due presidenti molto diversi anche se la nuova proprietà viola ha la volontà di ispirarsi al modello Atalanta, se non altro per l’attenzione al settore giovanile e in questo senso va lo sviluppo del nuovo centro sportivo, pensato per far coesiste al meglio tutte le realtà”.

L’Atalanta dovrà rinunciare a dei pezzi da novanta come de Roon, Hateboer e Muriel. Il pronostico pende a favore della Viola?
“Anche la Fiorentina dovrà rinunciare a degli elementi come Nico Gonzalez, l’acquisto più oneroso della storia viola e un giocatore decisivo nelle prime due giornate. Al posto di Pulgar dovrebbe esordire Torreira. Assenze a parte, non sarà una sfida facile perchè l’Atalanta ha alternative allo stesso livello dei titolari ed è una squadra che fa sempre paura. Non credo che il pronostico penda a favore della Fiorentina”.

Più in generale, dove possono arrivare le due squadre a fine stagione?
“L’Atalanta non è più una sorpresa, lo sappiamo e penso che possa lottare per le primissime posizioni anche per la coesione del gruppo. La Fiorentina può fare meglio rispetto al passato: l’obiettivo non dichiarato dalla società è rientrare in Europa. Qualcosa, forse, ancora manca, ma chissà che la cura Italiano non porti a qualcosa in più”.

9 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

9 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche