Resta in contatto

Il muro del Tifoso

Sondaggio: Ilicic o Malinovskyi, chi vorreste davanti con Zapata?

Il fuoriclasse sloveno va a sprazzi, ma la sua classe sgorga ancora purissima, come a Empoli e con lo United. Deve giocare lui o Malinovskyi?

Che Gian Piero Gasperini chieda da anni un vice di Josip Ilicic, espressione giornalistica fatta propria dall’interessato benché poco convinto, è un fatto. Non un clone, bensì un attaccante che abbia qualità e quantità nei piedi, possibilmente un’ala abile in uno contro uno, in grado di variare il gioco rendendolo imprevedibile. Una figura mai trovata sul mercato. E allora rieccoci all’originale, dato in partenza e forse forse anche un po’ per al capolinea allo start stagionale. Adesso parrebbe in ballottaggio perenne con Ruslan Malinovskyi per l’inserimento nell’undici di partenza di un’Atalanta zoppicante solo nella costanza dei risultati, troppo spesso in bilico o non rispondenti alla mole di gioco prodotta. Chi schierare dei due come spalla di Duvan Zapata?

ILICIC, ALTRO CHE CAPOLINEA. Alti e bassi come sempre per San Giuseppe lo sloveno nello scorcio autunnale della sua quinta annata bergamasca, beninteso. I suoi miracoli non hanno il dono della continuità. Quando si accende, però, il profugo di guerra bosniaco di sangue croato, 34 inverni il prossimo 29 gennaio, sono lampi accecanti negli occhi di chiunque
tenti di fermarne le invenzioni. Pronti, via: assist a Luis Muriel per la primizia a Torino all’esordio e al Toro di Cali per il matchball di Salerno, magie con Empoli (doppia) per scardinare lo score e Sampdoria per chiuderlo, penultimo passaggio per il 2-2 di Villarreal rifinito da Aleksey Miranchuk per Robin Gosens e, dulcis in fundo, il rimorchio da Duvan per il primo vantaggio coi Red Devils.

MALINOVSKYI, L’ALTER EGO DI ILICIC. In tutto fanno 4 delizie più un paio di servizi al bacio, pur non essendo di fatto un titolare: 5 su 11 dal kick off in campionato, 2 su 3 in coppa dove però ha anche la zavorra della panchina nell’unica vittoria nerazzurra contro lo Young Boys. E l’ucraino, uno dei tanti giocatori offensivi dell’Est a Zingonia? Più lineare e adattato da punta, gioca meglio spostato verso il piede forte, a sinistra, gode di più fiducia del mister dal 1′ (8 su 11 in A, 2 su 3 nel Group Stage F, cominciando il panchinaggio a Old Trafford) ripagandolo comunque meno in termini numerici: con Inter e Udinese le sue uniche due berte sono valse un punticino, anche se non certo per colpa sua; di assist, il mero crossetto per il sinistro del nazionale tedesco nell’unico successo in casa finora Champions a parte, il 2-1 al Sassuolo. Chi è meglio tra Ilicic e Malinovskyi dall’inizio, fatta salvo il costante ricorso del Gasp alle staffette in corso d’opera?

Questa votazione è terminata (da 6 mesi).

Il dualismo tra mancini, all'Atalanta, è questione tra Josip Ilicicic e Ruslan Malinovskyi, col primo preferito al secondo nelle grandi sfide in Europa. Chi scegliereste voi tifosi?

Ilicic e Malinovskyi possono tranquillamente giocare insieme, appaiati dietro Zapata, purché facciano densità e pressing in fase di non possesso.
49.62%
Josip Ilicic: la classe senza compromessi garantisce i numeri nelle grandi sfide e anche in quelle piccole, vedi Manchester United ed Empoli.
25.56%
Ruslan Malinovskyi: il centrocampista adattato a punta d'appoggio, un altro tutto-sinistro lineare e con la bomba nel piede.
24.81%
24 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
24 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Non penso proprio: Papu era tutt'altro giocatore e più determinante."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da Il muro del Tifoso