Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Berisha: “Siamo in grado di stupire”

Intervista a tutta pagina a Etrit Berisha sull’edizione odierna del Corriere dello Sport – Stadio. La conversazione con il portiere nerazzurro considerato tra quelli più in forma del momento e uno dei segreti dell’Atalanta, tratta più punti, dalla squadra di Gasperini alla nazionale fino, dalla Serie A fino, ovviamente, all’Europa League: “In pochi pensavano che la passata stagione potessimo arrivare quarti e credo che abbiamo fatto qualcosa di straordinario, ma siamo ancora in grado di stupire“. Rivela che il lavoro è il segreto della Dea: “Grazie a Gasperini, un allenatore che ti spinge sempre a dare tutto. Continua: “Non ti puoi mi rilassare, ma al tempo stesso ti permette di rendere al massimo perché cura ogni dettaglio”.

Positivo riguardo l’Europa League: “Abbiamo le carte in regola per passare il turno”. Il sogno è vincere la competizione europea, ma “realisticamente bisogna pensare ad una gara alla volta. Il nostro imperativo deve essere di tenere i piedi per terra”.

Dopo l’impegno con la nazionale albanese, ora si prepara alla partita contro la Samp, ritenuta forte perché ha messo in difficoltà il Milan. Alle spalle, il rigore che ha parato a Dybala a Bergamo. Il portiere si dimostra umile dichiarando di non aver fatto niente di particolare, avendo neutralizzato altri rigori in passato: “Ho intuito come avrebbe calciato, sono felice di aver aiutato la squadra a conquistare un punto importante”, contro la Juventus, squadra che Berisha ritiene la favorita per la vittoria del campionato.

E parlando di Albania – Italia, un commento su Spinazzola, autore dell’assist per il gol di Candreva che ha deciso il match: “Sono contento per Leonardo. Per l’Atalanta è un giocatore importante ed è positivo che sia rimasto. Ho compreso il suo desiderio di andare alla Juve: è  difficile dire di no a certe opportunità, ma personalmente è bello averlo ancora con noi”.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News