Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

Atalanta-Cagliari, le pagelle nerazzurre

Il 2017 si chiude con una sconfitta. L’Atalanta perde 2-1 contro il Cagliari: reti di Pavoletti e Padoin, mentre Gomez dimezza lo svantaggio nei minuti conclusivi.

Gollini 5,5: bravo a chiudere su Farias prima del duplice fischio ma non mostra la sicurezza viste in altre occasioni.

Toloi 6: provvidenziale un recupero difensivo nei primi minuti, prova a gettarsi negli spazi quando gli viene concesso.

Mancini 5,5: c’era molto interesse nel vedere all’opera il giovane centrale, ma l’ex Perugia delude le aspettative. Si perde Pavoletti sull’1-0 e appare incerto in qualche circostanza. (18’st Cristante 5,5: si divora il possibile 1-2 da distanza ravvicinata).

Masiello 6: dal suo lato il Cagliari non affonda quasi mai e si limita all’ordinaria amministrazione.

Hateboer 5,5: sulla sua corsia avrebbe anche tutto il campo che vorrebbe, ma non lascia il segno.

De Roon 5,5: se la cava in fase di contenimento, ma pecca in quella di impostazione in cui sbaglia qualche passaggio di troppo. Eccessivamente altruista quando serve Gomez invece di concludere a rete.

Freuler 5,5: meno lucido di altre partite, non porta il necessario ordine in mezzo al campo. Gli capitano fra i piedi due buone palle, ma non le sfrutta.

Spinazzola 5: l’esterno di proprietà Juventus disputa una prima frazione anonima cui ne fa seguito una di poco migliore. Dietro la lavagna.

Ilicic 5,5: le uniche fiammate portano la sua firma, ma lo sloveno viaggia a intermittenza. Più spento che acceso. (41’st Orsolini sv).

Petagna 5: inconcludente. Non ne azzecca mezza e Gasperini lo lascia negli spogliatoi nell’intervallo. (1’st Cornelius 6: si sbatte e quanto meno calcia in porta).

Gomez 5,5: pomeriggio storto anche per il Papu. Fallisce tante giocate e nella ripresa spesso sceglie la soluzione sbagliata intestardendosi troppo con la palla fra i piedi. Riscatto parziale con gol dell’1-2.

Gasperini 5,5: gli impegni ravvicinati lo costringono a un po’ di turnover che però non sortisce gli effetti desiderati. La squadra non riesce mai a essere concreta e quando anche la sfortuna si mette in mezzo c’è poco da fare. Arrivederci al 2018.

19 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

19 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche