Resta in contatto

Approfondimenti

Meno appariscente e più lineare, la nuova veste di Mario Pasalic

Mario Pasalic gioca meno avanzato di quanto prospettato a inizio anno. E prova a cambiare stile di gioco…

Meno tocchi di palla e finezze, più rapidità di gioco ed efficacia in fatto di sostegno alla manovra. Questa è la nuova evoluzione a cui sta andando incontro Mario Pasalic, ormai a tutti gli effetti vice-de Roon e Freuler nella testa di mister Gian Piero Gasperini.

Il tutto dopo un mese di dicembre non facilissimo, con il ragazzo che non era certo di restare a Bergamo vista una presunta non totale fiducia del tecnico di Grugliasco nei suoi confronti. Poi, però, i fatti hanno parlato: nel testa a testa con Pessina nel ruolo di prima riserva del centrocampo è stato scelto il croato.

L’ex Milan, nel frattempo, sta provando a mostrarsi il più lineare e semplice possibile nelle giocate, come richiede una posizione più arretrata rispetto a quella ricoperta ad inizio stagione (trequartista al pari del Papu Gomez, all’epoca era indisponibile Ilicic). Per la gioia di Gasperini

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti