Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Approfondimenti

Ilicic sì o Ilicic no? Il dilemma di mister Gasperini

Dopo le dichiarazioni di ieri, lo sloveno oggi è sulla bocca di tutti ma a Zingonia il mister vuole recuperarlo già per lunedì

Se il buon senso suggerirebbe che è meglio tenere Josip a riposo, il buon Gasp non è poi così sicuro che sia la scelta giusta, anzi. E lui, di scelte dettate dal buon senso, ne ha sempre fatte poche. Ma sono stati proprio quegli azzardi, quando altri tecnici non avrebbero osato e il pubblico nerazzurro si spaventava, a far salire la Dea in zona Champions League. La sua follia e le sue sperimentazioni sono il marchio di fabbrica che fanno dell’Atalanta la squadra vincente che è oggi.

PRO RIPOSO. E così, anche la questione ‘Josip Ilicic’ trova immediata soluzione in quei di Zingonia: il tecnico nerazzurro farà di tutto per avere il numero 72 in campo contro l’Empoli. Il Gasp non ama infatti fare calcoli, ma pensare semplicemente partita per partita. Ilicic è diffidato, certo, ha un fastidio al ginocchio sinistro che non lo abbandona, sicuramente, e a dieci giorni dall’Empoli ci sarà la partita delle partite di Coppa. Tutto giusto, sì, ma non per il tecnico di Grugliasco. Le motivazioni citate sopra infatti vengono spazzate via da un semplice assioma che sta alla base: Ilicic è fondamentale per il gioco della squadra, è il trascinatore in questo momento più continuo della Dea, segna e fa segnare (ma anche sostituendo la prima ‘e’ con una ‘o’…).

PRO EMPOLI. E poi- potrà anche aggiungere a chi la ritiene una mossa poco furba- che lui non conta i cartellini, che una partita contro una piccola non è da sottovalutare visti gli episodi che a volte decidono la gara, visto come è andata l’andata (scusate il gioco di parole…), visto che l’Empoli vuole salvarsi e, perché no, visto che si gioca in casa e le statistiche non sono delle migliori (non che lui le guardi…). Niente calcoli e niente turnover, la Dea si farà bella anche contro l’Empoli e il suo trucco migliore, proprio quel mago che di destro e sinistro disorienta gli avversari, lo vuole anche lunedì sera. Costi quel che costi.

43 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

43 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Approfondimenti