Resta in contatto

Approfondimenti

Mezzo Shakhtar conosce già Bergamo

L’amichevole tra Albania e Ucraina del 3 giugno 2016 coinvolse diversi giocatori arancioneri attuali: Stepanenko aprì le danze, Konopljanka le chiuse

In panchina c’era un po’ di Atalanta: l’ex terzino sinistro Paolo Tramezzani, allora vice di Gianni De Biasi sulla panchina dell’Albania. Che nelle sue file annoverava l’ex Migjen Basha e un Etrit Berisha ancora laziale, ignaro della sorte nerazzurra all’ultimo tuffo del calciomercato. Ma soprattutto, nell’amichevole di Bergamo del 3 giugno 2016 in preparazione agli Europei di Francia, con la maglia dell’Ucraina (vittoriosa per 3-1) c’erano non pochi giocatori dello Shakhtar che la squadra di Gian Piero Gasperini si ritroverà davanti in Champions League.

CINQUINA SHAKHTAR, TRIS UCRAINO. Tra campo e sedili lungo il bordo lato tribuna d’onore, una bella fetta degli attuali Minatori. Il portiere, Andriy Pyatov. Il terzino destro e il trequartista di riserva, Bohdan Butko e Viktor Kovalenko. Ancora presente anche la stella di lunga militanza Taras Stepanenko, autore del primo dei tre gol per la sua Nazionale a favore di Curva Nord Pisani, ora ricostruita. La cinquina degli avversari della seconda giornata del Group Stage C si completa con colui che forse non avrebbe immaginato il proprio futuro.

BERGAMO E L’ATALANTA NEL DESTINO. L’unico che all’epoca non giocava cogli arancioneri, Yevhen Konopljanka, fu il firmatario del sigillo sotto la Curva Sud Morosini. Uno dei tre trequartisti del 4-2-3-1 di Luis Castro adesso come lo era in quello del ct Mykhailo Fomenko allora. Konopljanka, scuola Dnipro, letteralmente l’ultimo arrivato del mercato estivo, dallo Schalke 04, a quei tempi era del Siviglia, anche se lo sbocco nella Bundeslinga sarebbe stata questione di un paio di mesi. Un test da 10 mila spettatori, più di tre anni fa, in stragrande maggioranza albanesi, ma con Bergamo e l’Atalanta nel destino.

GLI ALTRI DELLO SHAKHTAR A BERGAMO. Altri a referto, per il club del Donbass, ora non ci sono più. Il mastino Oleksandr Kucher (fisso in panca), il collega di reparto Yaroslav Rakitskyi titolare, il terzino sinistro Viacheslav Shevchuk (ritirato). Poi, con un occhio al cartellino più che alla militanza, l’estremo di riserva Mykyta Shevchenko che di lì a poco sarebbe rientrato dal prestito allo Zorja, idem per l’esterno destro (sempre in parcheggio) Oleksandr Karavaiev e per la punta Pylyp Budkivskyi.

1 Commento
Subscribe
Notificami
guest
1 Comment
più vecchi
più nuovi più votati
Inline Feedbacks
View all comments
Commento da Facebook
Commento da Facebook
11 mesi fa

Calma che gli facciamo conoscere il resto è si chiederanno ma da dove sbucano questi.
Forza Dea ???

Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Il primo abbonamento in nord E c'era lui Gusto Capello lungo e corsa da cavallo"

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Sono tifoso del Milan ma da due anni seguo l'Atalanta. Vorrei che il Milan fosse l'Atalanta. Se Atalanta e Milan giocano in simultanea guardo..."

Emiliano Mondonico

Ultimo commento: "Anche io ho cominciato a seguire la dea in coppa delle coppe e da allora nn ho più smesso di seguirla nonostante le bufere di calcioscommesse. Mondo..."
magrin

Marino Magrin

Ultimo commento: "Ciao mister sono ambo amboni francesco mi hai allenato a Verdello in Eccellenza ti ricordi sei grande un abbraccio"
bonacina

Valter Bonacina

Ultimo commento: "Un vero tifoso della Dea sa perfettamente che si chiama "V"alter !!!"

Cerca con Pagine Sì!

Powered by Pagine Sì!

Altro da Approfondimenti