Resta in contatto

Rubriche

Penna in trasferta – Giulio Zampini (Datasport): “Samp in piena emergenza”

L’opinionista vicino alla formazione blucerchiata ci descrive la situazione in casa Sampdoria

Domenica è il giorno di Sampdoria-Atalanta e, come di consueto, analizziamo la situazione in casa della squadra allenata da Ranieri con il supporto di Giulio Zampini, redattore di Datasport.

Che Atalanta si aspettano a Genova dopo il ko di Cagliari e la gara di Champions con il Manchester?
“L’Atalanta si presenterà al Ferraris dopo il sali-scendi da montagne russe (la delusione casalinga col Cagliari e il pareggio motivazionale contro il City) in una partita dove peserà sicuramente l’assenza di Ilicic, che contro la Sampdoria avrebbe potuto mettere in discesa una partita già in netto favore dei nerazzurri (almeno, da pronostico). A Genova non si respira aria di rassegnazione, ma il gap tecnico, oltre che organizzativo (di gioco di squadra) resta enorme”.

In che situazione si trova la Sampdoria?
“Non inganni la vittoria esterna (la prima della stagione, che addirittura non vinceva fuori casa da marzo) con la Spal, tra l’altro arrivata in pieno recupero: la Sampdoria resta in piena emergenza. La mancanza di gioco, oltre che un’identità tattica ancora da trovare, resta il problema principale. E la scarsezza di risultati ne è la normale conseguenza”.

Cosa è cambiato con l’arrivo di Ranieri?
“Ranieri è arrivato con la nomea di normalizzatore. Di Francesco voleva imporre le sue idee (4-3-3, gioco sulle fasce, nessun trequartista), ma la Sampdoria non aveva gli uomini giusti in rosa per proporre il suo calcio ideale. Ranieri, oltre che per portare un nuovo clima intorno alla squadra (normale quando si cambia un allenatore), è stato preso anche per questo: è un mister che si adatta a quello che ha in mano. La parola chiave in casa blucerchiata è passata da “rivoluzione” a “gestione””.

Che partita si aspetta?
“Il record poco invidiabile dei blucerchiati (mai in rete nei primi tempi in questa stagione) indirizza non di poco le previsioni sul match. Soprattutto se l’avversaria è quella con il miglior attacco del campionato (ben 30 reti). Mi aspetto una partita agli antipodi: possesso palla sterile e fine a sé stesso quello dei blucerchiati, gioco in velocità e mentalità offensiva da parte dei nerazzurri. Sarà una banalità, ma vedo favorita l’Atalanta, e non solo per questioni di classifica: i padroni di casa potrebbero mettere fieno in cascina soltanto passando per primi in vantaggio (come successo col Torino e con la Spal, le uniche due vittorie) chiudendosi poi a riccio o con un colpo di coda (come successo nel pareggio a recupero inoltrato contro il Lecce)”.

Quale potrebbe essere l’undici scelto da Ranieri?
“Per la sfida casalinga con l’Atalanta, ritorna sicuramente Quagliarella (in panchina con la Spal) davanti al posto di Gabbiadini, con l’obiettivo di sorreggere l’attacco con Bonazzoli. A centrocampo, confermato il duo semi-classico Vieira-Ekdal con l’unica variante di Bertolacci al posto di Jankto a completare la mediana. La retroguardia, invece, resta quella vista a Ferrara: difesa a quattro con Colley e Ferrari centrali, Depaoli a destra e Murru a sinistra. Ovviamente, a difendere i pali ci sarà Audero”.

Lascia un commento

Lascia un commento

avatar
  Subscribe  
Notificami
Advertisement

Cristiano Doni

Ultimo commento: "Ok doni le sepre il doni n 1 si andava alla partita x vederlo giocare era uno spettacolo grande doni"
augusto scala piero fanna

Augusto Scala

Ultimo commento: "Un grande, uno dei migliori talenti visti a Bergamo, un'icona!"

Marino Magrin

Ultimo commento: ""ATALANTA CLUB MARINO MAGRIN" di Calusco d'Adda...."

Angelo Domenghini

Ultimo commento: "Peccato sia rimasto relativamente poco a Bergamo."

Dea-Papu Gomez, una lunga storia d’amore

Ultimo commento: "un artista che ha fatto innamorare una citta e una provincia."
Advertisement

Altre notizie dalla città

Powered by Good Morning News

Title

Powered by Pagine Sì!

Altro da Rubriche