Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Haas, lo svizzero che poteva essere il nuovo Freuler

Haas

L’ex di turno al “Castellani” è uno dei tanti prospetti pescati dal nulla e valorizzati altrove: Haas non ha fatto il Freuler

Nell’albergo del ritiro di cui alla foto in copertina, nell’estate 2018, ci rivelò il gustoso aneddoto del suo secondo lavoro di autista di Musa Barrow, all’epoca senza patente. Avrebbe potuto e dovuto essere l’erede di Remo Freuler con l’originale ancora caldo, oppure, chissà, candidarsi a giocargli a fianco. Invece Nicolas Haas, precisione svizzera e tempismo quanto basta per insaccare a 26 anni suonati la sua prima rete in serie A, da match winner contro il Monza l’11 ottobre scorso, ha continuato la carriera lontano dall’Atalanta trasformandosi in qualcosa d’altro. A tutto beneficio di una piccola come l’Empoli.

HAAS, L’EX EREDE DI FREULER. In realtà i due avevano notoriamente giocato insieme, ai tempi del Lucerna, tra l’estate del 2014 e il gennaio 2016 allorché il ’92 del Canton Glarona passò a Bergamo nel mercato di riparazione. In panchina c’era Edy Reja. E Gian Piero Gasperini al talentino di Sursee avrebbe concesso nemmeno troppe poche chances di cavarsela, nella stagione 2017-2018 del ritorno di Marten de Roon da Middlesbrough. Ovvero 11 presenze, di cui un paio da titolare, 57 minuti nel ko all’inglese in casa della Juventus il 14 marzo 2018 e, ancor prima, 66 nel 2-1 casalingo al Sassuolo in Coppa Italia il 20 dicembre 2017.

HAAS, STORIA DI UN’EVOLUZIONE TECNICA. Co-trequartista di sinistra appaiato a Josip Ilicic nel primo caso (sostituito da Leonardo Spinazzola), centrale a due insieme al tulipano nella seconda occasione, sostituito da Joao Schmidt. Un carneade più carneade di lui di sicuro. Perché il lucernese, se non altro, dopo i prestito di Palermo e Frosinone nell’azzurro della provincia toscana ha trovato una dimensione da mezzala di gamba e rendimento. Non un campione, ma un buon giocatore, nel terzetto con Henderson e Bandinelli, di sicuro. E in buona compagnia nerazzurra, insieme al terzetto Grassi-Cambiaghi-Lammers.

3 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

3 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News