Resta in contatto

News

Juve, tris al Frosinone: l’attacco supera quello atalantino (52 a 50)

Vita facile per i bianconeri contro la penultima in classifica nell’anticipo della quinta di ritorno: magia di Dybala, zampata di Bonucci e CR7 chiude i conti

La notizia del venerdì sera non è certo la scontata vittoria casalinga della capolista (66, Napoli temporaneamente a meno 14) Juventus sul Frosinone penultimo (16), bensì il sorpasso dell’attacco dei bianconeri su quello dell’Atalanta, il migliore della serie A da dicembre fino alla vigilia dell’anticipo della quinta giornata di ritorno: il 3-0 ai ciociari significa 52 a 50 per i più forti. Per ora: dopo la sfida dei nerazzurri al Milan, sabato sera, si potrebbe riparlare di tutt’altro.

APRE LA JOYA. Dybala fa la voce grossa per i padroni di casa già al 6′, raccogliendo un passaggio in orizzontale di Ronaldo per battere Sportiello (prestito atalantino) sotto l’incrocio da una ventina di metri. Al 17′ il bis con la zampata in tap-in di Bonucci: sull’angolo da destra della Joya il portiere scuola Zingonia è miracoloso nel dire di no all’inzuccata di Mandzukic, ma il difensore è più lesto di tutti e anticipa anche il compagno di squadra Khedira. 2-0, la Juve soffre relativamente solo nel finale di tempo con un paio di punizioni mancine di Ciano, di cui la seconda, al 3′ di recupero, fa la barba al sette.

CHIUDE CR7. L’attesissimo gol di Cristiano (il numero 19, Duvan zapata è a 16) giunge al 18′ del secondo tempo, grazie alla combinazione nello stretto Bentancur-Cancelo sulla destra con retropassaggio del connazionale per il piattone sul primo palo del bomber juventino. Nel finale mancata gloria per il suo sostituto (subito dopo il gol, standing ovation) Bernardeschi, che all’83’ riceve da Pjanic da calcio franco sganciando la botta decentrato a destra: Sportiello respinge a pugni serrati. Finisce 3-0, a Marco Baroni non riesce l’impresa contro Massimiliano Allegri.

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest
2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"El Tanque" nerazzurro

German Denis

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Il Vin Diesel di Bergamo

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Non basta Boga per comporre una formazione vincente,bisogna acquistare giocatori piu' forti e veterani dalle squadre piu' forti ."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Non penso proprio: Papu era tutt'altro giocatore e più determinante."

Var e arbitri, che gran rottura. Come dovrebbe comportarsi l’Atalanta?

Ultimo commento: "Giuseppe Elia con tutto il rispetto che si merita una turca. “: VAI A CAGARE”"

SONDAGGIO – Viste le condizioni di Zapata, cosa deve fare l’Atalanta?

Ultimo commento: "Ora una parola sola .... svecchiare per ripartire con Mr. Gasperini Forza Atalanta"

Altro da News