Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Napoli, semaforo Verdi per gli ottavi di EL

napoli

Un gol dell’ala ambidestra, dopo il 3-1 dell’andata, spiana ad Ancelotti il passaggio del turno nella sorella minore delle coppe continentali. Chiude Ounas

Strada spianata al volo di piattone da Simone Verdi, poi bissa il suo assistman Adam Ounas a un quarto d’ora dal novantesimo grazie alla palla di Dries Mertens. Una qualificazione senza sussulti, per il Napoli, dopo il 3-1 dell’andata una settimana fa (11′ Insigne, 21′ Callejon, 77′ Zielinski, 83′ Kololli su rigore) contro lo Zurigo, squadra d’origine dell’atalantino Berat Djimsiti.

DISCO VERDI PER GLI OTTAVI. Tutto facile per i Ciucci nel sedicesimo di finale di ritorno di Europa League, al San Paolo: bastano e avanzano gli acuti delle due ali, la prima sullo spunto da destra della seconda a un paio di minuti dall’intervallo. Verdi, schierato largo nel 4-4-2 molto offensivo di Carlo Ancelotti, con la zampata di stasera può dire di aver messo a segno gli ultimi due gol dei Ciucci tra le mura amiche: il precedente (dal dischetto) è nel 3-0 alla Sampdoria in campionato del 2 febbraio scorso.

OCCASIONI A PACCHI. Tra le due marcature e a score completato, non poche chances. Nel primo tempo Insigne al 6′ (palla alta, lancio di Ounas), il futuro apripista al 16′ (da Mertens, Brecher chiude lo specchio), ancora lo scugnizzo al 25′ (triangolo col belga, di nuovo sopra la traversa) e Mertens al 38′ (girata mancina respinta su punizione di Insigne).  Nella ripresa, mancata l’occasione del pari da Khelifi (3′) che spreca sul fondo il cross di Kololli, Ounas (15′) da calcio d’angolo (Brecher ci mette il piede) e due volte Milik (subentrato all’algerino due giri di lancetta dopo il 2-0): al 35′ con un mancino alzato da Brecher oltre il montante e al 47′ ciccando l’estirada sulla combinazione Mertens-Insigne dalla destra.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News