Resta in contatto

News

Lega Calcio: “Calendario e diritti tv, si decide venerdì 29”

Il Consiglio della Lega Calcio di Serie A ha rimandato le decisioni ufficiali all’assemblea di venerdì 29 maggio, all’indomani del vertice col ministro Spadafora

Nuovo via al campionato al massimo dal 20 giugno coi recuperi della venticinquesima giornata una settimana prima, tra cui Atalanta-Sassuolo (con Inter-Sampdoria, Verona-Cagliari e Torino-Parma), rispetto dei contratti per il versamento dei diritti televisivi e soprattutto volontà di portare a termine regolarmente la stagione 2019-2020 interrotta dal lockdown per Coronavirus. Sono gli orientamenti del Consiglio della Lega Calcio di Serie A tenutosi oggi, martedì 26 maggio. Ogni decisione è rinviata all’assemblea di Lega di venerdì 29.

LEGA CALCIO: PRIMA IL MINISTRO, POI ASSEMBLEA IL 29. Le tappe dell’iter decisionale sono ineludibili, perché giusto giovedì 28 è previsto il vertice a tre fra la Lega Calcio stessa (rappresentata dal presidente Paolo Dal Pino), la Figc (Gabriele Gravina) e il ministro dello sport Vincenzo Spadafora. “Il Consiglio di Lega, riunitosi oggi pomeriggio, ha confermato, per quanto riguarda il rapporto con i licenziatari dei diritti audiovisivi, la linea del rispetto dei contratti, in ottemperanza alle delibere assunte dall’Assemblea dello scorso 13 maggio – la nota sul sito ufficiale -. Il Consiglio di Lega ha, inoltre, analizzato le diverse ipotesi di calendario che consentano la disputa di tutte le restanti gare di Serie A TIM e di Coppa Italia e ha deciso, nelle more dell’incontro istituzionale che si terrà giovedì con il Ministro per le Politiche giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora, di aggiornarsi su questo tema venerdì mattina”.

LA LEGA VERSO L’ASSEMBLEA. Per venerdì, infine, è stato disposta la convocazione ufficiale dell’assemblea medesima, recante tra i punti dell’ordine del giorni (visibili QUI) anche l’aggiornamento sui rapporti coi licenziatari dei diritti audiovisivi (la Lega non vuole fare sconti e reclama il pagamento dell’ultima rata del 2019-2020 ancora non versata dalle tv) relativi al triennio 2018-2021, quello sulla ripresa della stagione sportiva interrotta e il comunicato ufficiale 196/A della Federcalcio del 20 maggio scorso con cui è stata fissata la fine del campionato per il 2 agosto (il 31 per la stagione agonistica in toto, compresa la Coppa Italia).

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

Prima capitano, poi autentica bandiera nerazzurra

Gianpaolo Bellini

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Advertisement
Piccoli Genoa

Dentro uno, fuori tre: il calciomercato d’inverno va bene così?

Ultimo commento: "Romero era obbligo se non sbaglio!! Gollo lo rivendi in italia magari non prenderai i 18-19 che dovevano darti gli inglesi ma a 13-15 lo vendi..."

Sondaggio: Ilicic o Malinovskyi, chi vorreste davanti con Zapata?

Ultimo commento: "Sarei più propenso a rinunciare a Ilicic, nonostante lo ritenga un fuoriclasse, quando è in palla. ..."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Il giocatore non si discute... classico profilo adatto alle nostre esigenze, potenzialità mai espresse a pieno. Boga, la Dea e Gasp... un mix..."
Atalanta

La difesa, Demiral, Gasperini. Di chi la responsabilità dell’eliminazione dalla Champions?

Ultimo commento: "A mio avviso la responsabilità si deve a tanti fattori, non uno o due.. all'inesperienza di Demiral e Musso in ambito Atalanta, e che non è poco....."
miranchuk

Cosa fare con Miranchuk? Ecco il risultato del sondaggio

Ultimo commento: "Esatto sono tutti allenatori e critici Giusto sostenerlo,questo è forte vedrete,poi si gioca in 11 più i cambi,entra fa vedere la sua classe e si..."

Altro da News