Resta in contatto

Rubriche

Atalanta-Real Madrid, grande Dea in una gara compromessa dall’arbitro

È stata una prestazione di grande sacrificio quella fatta questa sera dall’Atalanta che, contro il Real Madrid, ha dovuto fare ricorso a tutto il proprio carattere e alla propria determinazione per arginare i Blancos, decimati dagli infortuni, ma anche inevitabilmente favoriti dalle decisioni del direttore di gara tedesco Tobias Stieler.

GOLLINI 6

Chissà quanto avrà studiato le qualità dei giocatori del Real Madrid per farsi trovare pronto alle loro sollecitazioni. Alla fine, dopo una serata relativamente tranquilla, vien beffato da un gran tiro a giro di Mendy, l’uomo che proprio non ti aspetti

TOLOI 7.5

Una serata già di per sé complicata diventa una mission impossible dopo una manciata di minuti. Il capitano, però, non si demoralizza, anzi, diventa un vero muro su cui il Real Madrid può solo sbattere.

ROMERO 7.5

Il Cuti fa semplicemente tutto nel modo giusto. Deve rinunciare alle sue proverbiali sortite offensive, ma dietro dimostra di essere un giocatore vero, essenziale e determinante allo stesso tempo.

DJIMSITI 7.5

Gli attaccanti del Real uniscono tecnica e velocità, lui risponde mettendo in campo calma, lucidità e tanto senso della posizione.

MAEHLE 7

Inizia il match senza nessun timore reverenziale, anzi. Spinge con decisione, aggredisce, ma chiaramente l’inferiorità numerica limita il suo raggio d’azione. Solido anche da difensore aggiunto.

DE ROON 7

L’espulsione (ingiusta) di Freuler lo costringe a un lavoro supplementare lì nel mezzo, soprattutto in fase di copertura, perché il Real Madrid sarà anche privo di molti titolari ma certe gare sa come si giocano.

FREULER SV

Senza voto perché 18 minuti sono troppo pochi per giudicare la gara di un giocatore, a maggior ragione dopo avere ricevuto un’espulsione ingiusta e allucinante.

GOSENS 7.5

Prestazione di grande generosità quella del tedesco che dimostra ancora una volta di avere davvero un’ottima condizione atletica. Più che mai uomo a tutta fascia, attacca quando può, difende (bene) quando serve.

PESSINA 7

Non giudicabile in posizione di trequartista, decisamente prezioso quando arretra in mediana accanto a de Roon grazie alla sua intelligenza tattica unita a un dinamismo notevole.

MURIEL 6

Per lui 55 minuti circa di grande sacrificio perché con l’inferiorità numerica l’Atalanta non ha più la possibilità di attaccare. Corre, lotta e per stasera altro non si può fare.

ZAPATA 6

Gioca mezz’ora lottando su ogni pallone finché non avverte una fitta alla coscia sinistra (per fortuna non sembra nulla di grave) che lo costringe ad alzare bandiera bianca per non peggiorare una serata iniziata male.

PASALIC 5.5

Entra, non entra, alla fine entra, ma sembra faticare a calarsi nella realtà di una partita che per tutta la squadra è di grande sacrificio per le scelte scriteriate dell’arbitro tedesco Tobias Stieler.

ILICIC 5

Gasperini lo sceglie per dare profondità e qualità a una squadra in inevitabile sofferenza per la lunga inferiorità numerica, ma nemmeno lui riesce a impattare bene nel match e la sostituzione ha l’aria della punizione.

PALOMINO SV

 

MALINOVSKYI sv

 

GASPERINI  7

In panchina è tutto un avanti e indietro sbracciandosi e urlando indicazioni preziosi ai suoi perché quando un match come questo si fa ancora più complicato, serve tutto per cercare di portare a casa la pelle. Stasera non abbiamo visto l’Atalanta spumeggiante a cui siamo abituati, ma abbiamo ammirato una squadra solida e generosa.

13 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

13 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche