Resta in contatto

News

Le altre in Europa: manita Roma, Osimhen salva il Napoli

Osimhen

5-1 casalingo della Roma al CSKA Sofia in Conference League, mentre il Leicester di Castagne viene raggiunto sul 2-2 da Osimhen

In Europa League il Napoli si aggrappa a Victor Osimhen, sinistro delizioso e frustata in elevazione perentoria, per rimontare sul 2-2 il Leicester dell’ex atalantino Timothy Castagne. La Roma, invece, in Conference League, sempre nel girone C, batte 5-1 all’Olimpico il CSKA Sofia mandando in gol anche Gianluca Mancini, vecchia conoscenza di Zingonia.

ROMA, MANITA SPORCA IN CL. Nella neonata coppa di consolazione, giallorossi sotto al decimo con Carey ma capaci di dilagare subito. Al 25′ Pellegrini tramuta nel pallonetto dell’1-1 il la di Karsdorp, quindi il primo tempo si chiude col sorpasso di El Shaarawy grazie al suggerimento di Shomurodov e la doppietta per il 3-1 della mezzala romana (37′) a rimorchio di Calafiori pur calciando male. Nella ripresa lo score si arrotonda al 37′ con Mancini, tap-in in area dopo un destro di Smalling sull’angolo di Veretout e, dopo l’espulsione per somma di ammonizioni di Wildshut per fallo su Carles Perez, il primo gol in casa per Abraham (39′) servito ancora dall’uzbeko per lo scavetto della cinquina sporca finale.

OSIMHEN SALVA IL NAPOLI: 2-2 CON CASTAGNE. In svantaggio al 9′ con Perez a Leicester, i ciucci di Luciano Spalletti hanno dominato il primo tempo sul piano delle occasioni senza però venirne a capo (Zielinski a rimorchio del migliore in campo al 37′, Castagne decisivo; al 40′ Insigne a fil di palo, al 45′ Schmeichel prodigioso sul tuffo di Lozano servito da destra da Malcuit). Nel secondo, annullato al 14′ per fuorigioco l’appoggio di Daka in asse con Soumaré, Iheanacho e Tielemans, al 19′ il raddoppio buono di Barnes è l’ultimo acuto della squadra di Brendan Rodgers, perché il centrattacco si scatena: al 24′ conclude col lob mancino l’azione fulminea Insigne-Elmas-Fabian (di testa) e a 3′ dal 90′ impatta staccando imperiosamente sul cross a rientrare di Politano. Al 2′ di recupero doppio giallo a Ndidi: entra anche Andrea Petagna, ma il risultato non cambia.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News