Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Dov’è finito il muro nerazzurro?

La difesa della Dea si è sgretolata: l’Atalanta ha incassato tre reti nelle prime otto gare e ben 12 nelle ultime sette

Sono numeri preoccupanti quelli che accompagnano questo finale di 2022 in casa Atalanta. I nerazzurri hanno pesantemente rallentato il proprio andamento e le ultime tre sconfitte mettono tecnico e giocatori sul banco degli imputati. Questa involuzione sta soprattutto nella fragilità della difesa.

Atalanta: i numeri della crisi

Nelle prime otto giornate di campionato, l’Atalanta ha incassato solo tre reti mentre, come sottolinea L’Eco di Bergamo, nelle ultime sette partite sono stati ben 12 palloni raccolti in fondo al sacco. Il crollo è arrivato quando i nerazzurri hanno perso con la compattezza che aveva contraddistinto la prima parte di stagione con una media di gol subiti passata da 0,38 a 1,7. Il problema è tutto nell’equilibrio: la Dea subisce di più, ma lo stesso tempo crea di meno rispetto a prima. A parziale giustificazione c’è il fatto che mister Gasparini ha dovuto rinunciare per un lungo periodo José Palomino, per la nota vicenda doping e a Rafael Toloi per infortunio: il loro pieno recupero nel 2023 sarà fondamentale.

12 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News