Resta in contatto

Rubriche

Nerazzurri in prestito, la B – Vido non ci vede, Canini mostra i denti

Se Luca Vido si spegne, il Cittadella (35 con il Bari) non riesce a infiammarsi. A una settimana dal subentro ad Arrighini per il 2-1 ad Ascoli a un poker dal novantesimo, il bassanese parcheggiato in granata non trova lo spunto contro il Frosinone, che prevale con lo stesso score al “Tombolato” nel posticipo serale cadetto di domenica: apre Ciano (4′) su assist dal fondo di Dionisi, Daniel Ciofani incorna su cross dell’apripista un minuto dopo l’uscita dal campo del biondo attaccante a favore di Strizzolo (all’ora di gioco) e a nulla serve l’altro cabezazo di Varnier (80′) sull’angolo di Bartolomei.

A Venezia rientro amaro (Geijo da Litteri al 70′) per Nicolò Fazzi (dal 76′ per Esposito) e il suo Cesena, tornato in zona playout e privo del terzetto Emanuele Suagher-Fabio Eguelfi-Simone Emmanuello (gli ultimi due non convocati): per l’esterno un destro parato da Audero al 90′ sugli sviluppi di una punizione di Schiavone. A 24 a braccetto coi romagnoli rimane l’Entella, ko in casa con il Foggia del grande assente (affaticamento muscolare) Davide Agazzi: Giuseppe De Luca vince un solo duello con Gerbo (50′) ma Guarna esce e sventa, poi prima dell’extra time sugli sviluppi di una punizione di Nizzetto stoppa involontariamente Brivio, ex atalantino come Leonardo Gatto che compone il tridente con La Mantia (accorcia all’86’ dopo il sinistro nel sette di Kragl al 32′ e il bis di Mazzeo al 58′ su invito del tedesco) e la Zanzara.

Sabato sfigato pure per l’altra ligure, lo Spezia di Guido Marilungo (out per Forte al 69′) e Matteo Pessina (la tocca per Lopez nel corner a due per il gol di testa di Terzi su sponda del prestito spallino Mora al 72′; rilevato da De Francesco all’84’) che va sotto a Carpi (70′ Mbakogu in mischia, 78′ Melchiorri in diagonale imbeccato dal primo) salutando la zona playoff. A 31 coi bianconeri c’è il Pescara zemaniano, sconfitto nell’anticipo di venerdì dal Perugia (26′ Kouan, svettata su traversone di Del Prete, e 89′ Di Carmine, in offside sul suggerimento di Pajac) in cui il guantato Alessandro Santopadre e il mastino Alberto Dossena continuano a fare le belle statuine: Luca Valzania in mezzo soffre l’ex canterano del Cagliari Colombatto, Christian Capone coglie il palo a un amen dall’intervallo dopo essere stato smarcato dal tacco di Brugman e al 62′ lascia il posto a Baez.

Nel secondo di quattro derby fra tesserati di Zingonia, reti bianche della Cremonese (36, quarta) ad Avellino (29) grazie anche all’impeccabile prestazione del centrale Michele Canini, insuperabile in anticipo nel recupero sbrogliando in corner sulla puntata di Laverone e capace di ferire anche da calcio franco, come al 70′ quando trova Piccolo che spara sull’esterno della rete. Squalificati Salvatore Molina tra i verdi e Alberto Almici nei grigiorossi, marcano visita anche il panchinaro Anton Kresic e il neo arrivo Bryan Cabezas. Finisce invece con un secco 2-0 (27′ Castiglia al culmine di una ripartenza su tiro dalla bandierina a sfavore, 93′ Bifulco) il match del “Piola” che segna il sorpasso in fondo della Pro Vercelli (torna Grassadonia in sella dopo tre giornate di Atzori) di Mario Pugliese, sostituto al 67′ dell’autore del rompighiaccio (mezzala sinistra, giallo al 52′ per fallo su Bianchi), sull’Ascoli (20, Serse Cosmi disperato) di un Gaetano Monachello nervoso e sprecone: l’agrigentino sbaglia mira al 17′ sullo schema da piazzato Buzzegoli-Padella, conclude largo l’assolo al 24′, calcia addosso a Pigliacelli al 61′ sul disturbo di Bergamelli e rimedia l’ammonizione al 73′ per un colpo a Mammarella a palla lontana.

Chiude il programma il Monday Night a Terni della Salernitana (30) di Colantuono, del redivivo fra i pali Boris Radunovic che ne becca un paio compresa la beffa finale dell’ex di turno Montalto e del grande assente Patrick Asmah: Palombi pesca Sprocati (20′), prima impattata locale di Signori (68′) in triangolo con Tremolada sull’uscita del serbo Under 21 e illusione all’86’ con la punizione a due in area Vitale-Pucino assegnata per retropassaggio in estirada di Signori a Plizzari per sventare la combinazione tra il duo offensivo ospite.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Voto al mercato: la maggioranza dice 7

Ultimo commento: "Più forti di chi ci vuole morti vinci x noi magica Atalanta folle amore nostro ultras liberi"
ederson calciomercato

Che voto date al calciomercato dell’Atalanta?

Ultimo commento: "La bravura del Mister Gasperini nel proporre i giovani è la forza dell'Atalanta. Eccellente allenatore, grande uomo, vero bergamasco."

“Con Boga è arrivato il dopo Papu?”, il nostro sondaggio

Ultimo commento: "Già. Purtroppo soldi nel c'èsso e tirato lacqua"
Arctos sports partners pagliuca

Di che le responsabilità, se il 2022-2023 sarà senza Europa?

Ultimo commento: "Infatti i oercassi poi hanno venduto la società"
campagna abbonamenti

SONDAGGIO – Sei soddisfatto della campagna abbonamenti?

Ultimo commento: "Stanno aspettando i soldi dagli abbonamenti per fare il mercato???"

Altro da Rubriche