Resta in contatto
Sito appartenente al Network

News

Quando la differenza in avanti la fanno… i difensori

La sterilità in attacco è una delle poche spine della rosa tra le mani di Gian Piero Gasperini, tanto l’anno scorso come quest’anno. Quello che non è cambiato, però, è l’apporto dei difensori in fatto di punti conquistati. I numeri, è bene precisarlo, sono leggermente diversi: nel campionato 2016/17 i difensori nerazzurri realizzarono 17 reti (otto Andrea Conti e sette Mattia Caldara), in questa stagione le reti segnate sono solamente sette, ma con più varietà nel tabellino marcatori. Caldara si sta confermando ed è già andato a segno tre volte.

Dietro di lui c’è Andrea Masiello a quota due, mentre a uno si piazzano Gianluca Mancini e José Palomino. Quattro difensori hanno fatto meglio di Andrea Petagna e Andrea Cornelius, ferma. cinque reti in due. Insomma, è proprio il caso di dire che le fortune di questa Atalanta partono profilo dalla difesa.

 

 

2 Commenti
Subscribe
Notificami
guest

2 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da News