Resta in contatto
Sito appartenente al Network

Rubriche

L’album dei ricordi – Nel 1974 la prima in B contro il Parma e con Antonio Percassi in campo

atalanta-parma

Nerazzurri e ducali si sono sfidati 29 volte a Bergamo con il bilancio favorevole alla Dea. L’ultimo scontro risale al 2014 e fu deciso da Boakye

Dal 1974 ad oggi sono stati ben 29 gli scontri fra Atalanta e Parma disputati con fattore campo favorevole ai nerazzurri in Serie A, B e Coppa Italia. Il piatto della bilancia pende a favore della Dea uscita vittoriosa in 15 confronti contro i 5 dei ducali, mentre sono 9 i pareggi.

BOMBER. Nonostante le numerose sfide, molte delle quali anche a distanza ravvicinata, non esiste un vero capocannoniere. Sono infatti quattro i calciatori che guidano questa speciale classifica con due reti: su sponda bergamasca troviamo Augusto Scala, all’Atalanta dal 1974 al 1984, e Federico Peluso, alla Dea dal 2009 al 2013; mentre in gialloblù la spuntano Enrico Chiesa e Alessandro Melli.

LA PRIMA IN B CON PERCASSI IN CAMPO. Il primo match fra le due formazioni risale agli anni settanta, per la precisione al 5 gennaio 1974. L’Atalanta dell’allora calciatore Antonio Percassi e allenata da Heriberto Herrera, detto anche HH2, si impose 3-1: vantaggio al 19’ con un rigore di Vernacchia, raddoppio al 29’ di Rizzati e tris al 69’ di Scala. Il Parma riuscì solamente a realizzare la rete della bandiera con Carelli a pochi minuti dalla conclusione delle ostilità (88’).

IL POKER DEL 2001. Un altro successo da ricordare è il 4-1 che l’Atalanta di Vavassori rifllò al Parma di Passarella che venne esonerato dopo il ko. I nerazzurri aprirono le danze al 23’ con Berretta, mentre Gigi Sala raddoppiò a due giri di lancette dall’intervallo. Doni al 58’ calò il tris, mentre il poker lo servì Gianni Comandini al 66’. Il Parma dell’epoca – in cui militavano Frey, Cannavaro, Almeyda e Di Vaio giusto per fare qualche nome – trovò la gioia del gol solamente al 68’ con la firma del francese Micoud.

L’ULTIMA. Il precedente più recente risale invece al 19 ottobre 2014, ovvero durante l’ultima apparizione del Parma nella massima serie prima del fallimento. La formazione di Colantuono riuscì a strappare il bottino pieno di misura grazie a un tap-in in zona Cesarini di Boakye, lesto a sfruttare un errore di Mirante.

Lascia un commento
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Advertisement

I MITI NEROAZZURRI

Un bergamasco tutto d'un pezzo, Angelo "Domingo" Domenghini

Angelo Domenghini

Bergamasco DOC e tifoso atalantino

Cristian Raimondi

Il goleador della storia atalantina

Cristiano Doni

Il "Mondo", l'amico di tutti

Emiliano Mondonico

"EL TANQUE" NERAZZURRO

German Denis

PRIMA CAPITANO, POI AUTENTICA BANDIERA NERAZZURRA

Gianpaolo Bellini

IL "VIN DIESEL" DI BERGAMO

Giulio Migliaccio

Uno dei 7 capitani storici, per lui 8 stagioni con l'Atalanta di altissimo livello

Glenn Stromberg

Il goleador della storia atalantina

Riccardo Zampagna

Advertisement

Altro da Rubriche